Cronache

Piacenza espugna Omegna in gara uno

Stefano Stefanini
27.05.2018

Cade dopo 18 vittorie consecutive il Pala Battisti e questo accade nella partita più importante dell’anno per Omegna

Buona partenza per Omegna, che con i canestri di Arrigoni, che sarà fra i migliori dei suoi con 16 punti e 10 rimbalzi e tre consecutivi di Dip, si porta sul più 9 a metà primo quarto, ma la schiacciata di Dip, chiude il suo tabellino, il lungo di Omegna prenderà 9 rimbalzi , ma non segnerà più nel match. Si ferma anche l’attacco piemontese che non segna più fino a fine quarto, mentre Piacenza col suo trio di lunghi, Perego Pederzini e Birindelli, 8 punti e 10 rimbalzi per lui, si riporta a meno uno, 18 a 17 al primo riposo. Nel secondo continua la sterilità offensiva degli uomini di coach Ghizzinardi che per quasi 7’ non segnano dal campo, consentendo agli ospiti di salire sul più 5, trascinati da Perego, 25 punti e 8 rimbalzi nel match e Stanic, 10 punti e 6 assist. Nel finale agli unici due canestri di Omegna con Simoncelli, 19 punti e 8 assist per il capitano rossoverde, ripondono per il più 11, Pederzini, Stanic e Perego, 26 a 37 al riposo lungo. Omegna nei primi due quarti, non riesce a difendere come vorrebbe e i suoi giocatori si caricano di falli. Una bomba di Villa nei primi minuti del terzo quarto, da il via alla rimonta dei suoi e un canestro di Fratto, che chiuderà con 18 punti e 8 rimbalzi, porta Omegna a meno 5, mentre dall’altra parte Pederzini risponde subito, l’ala piacentina segnerà 26 punti con 4 su 4 da tre. Omegna per un attimo trova la soluzione dalla distanza con Simoncelli e Arrigoni e si riporta a meno 4, ma è un eccezione, infatti la squadra chiuderà con un modesto 22% (7 su 32). Nel finale a Perego e Pederzini risponde Simoncelli, che con 8 punti consecutivi, si carica la squadra sulle spalle ed impatta a quota 53 all’ultimo riposo. Nell’ultimo quarto la fatica si fa sentire, le due squadre segnano pochissimo e nessuno riesce ad allungare, 11 pari il parziale, Simoncelli sbaglia il tiro della vittoria a pochi secondi dalla fine ed è overtime. Botta e risposta nei primi due minuti, 68 pari, ma da qui Omegna si spenge completamente, negli ultimi 3’ tre palle perse, 0 su 3 da tre e 4 falli commessi, che mandano in lunetta Perego, Stanic, Pederzini e Liberati con un 7 su 8 che chiude il match.

Presentazione finali playoff
Cento vince la resistenza della Fiorentina