Le altre

Le partite della domenica: la Fiorentina si conferma seconda, Montecatini appaia il Golfo

Stefano Stefanini
17.12.2017

Valsesia si riaffaccia in zona playoff, sabato sfida per il quarto posto a PIombino

La Fiorentina vince a San Giorgio dove erano cadute consecutivamente Pavia e Milano. Con un clichè ormai consolidato la Fiorentina segna molto, subisce molto e nel quarto finale spacca la partita col tiro da tre. Nonostante la minor qualità che si può evidenziare, dalla medie al tiro pesante 20% per la Sangiorgese con lo 0 su 3 di Bianchi, lo 0 su 5 di Falconi e un 1 su 5 di Tassinari (top scorer dei suoi con 20 punti), contro lo stellare 62% degli ospiti e si vede anche dalla linea della carità dove i blu arancio tirano con un modesto 59%, contro il 77% degli avversari. Nonostante questo la partita viaggia in equilibrio per tre quarti, ma dopo il canestro di Tassinari che apre il quarto per il meno 4 dei suoi, inizia il concerto dei solisti viola, quattro bombe consecutive in apertura di quarto, tre sono di Alessandro Grande che chiuderà con 6 su 8, 22 punti, 8 rimbalzi e altrettanti assist e pur con i tentativi di stare in corsa dei padroni di casa, i viola volano a più 9. Al tentativo di reazione della Sangio, ancora una bomba di Genovese, che ne segnerà 3 nel quarto e 4 su 5 nel match per 18 punti totali, spenge le speranze degli uomini di coach Quilici. Finisce 79 a 89 con la Fiorentina che sopravanza Milano e si piazza a due punti da Omegna, la Sangio dopo tre vittorie consecutive si ferma a quota 12 tornando così in piena zona playout.

Nell’unico scontro diretto del gruppone a quota 12 , Valsesia ha la meglio su San Miniato, gli uomini di coach Bolignano, pur scontando ormai da tempo l’assenza del lungo Catakovic, la spuntano sul piano fisico, i rimbalzi saranno 37 a 27 e anche nel tiro dall’area si rimarca questo loro predominio col loro 62% contro il 39% degli avversari. Parte forte Valsesia che già nel secondo quarto raggiunge il più 15 e si porta al riposo lungo un ottimo più 12. Nel terzo quarto partita in controllo dei padroni di casa, che raggiungono anche il più 18, San Miniato prova a rientrare e riesce ad accorciare fino al meno 8 all’ultimo riposo, ma solo nei secondi finali riuscirà a sentire odore di aggancio raggiungendo il meno tre a 32’’ dal termine, i successivi falli sistematici dei biancorossi ospiti, avvengono tutti su Magrini, che dalla lunetta è una garanzia, l’esterno ex Piacenza chiuderà 8 su 8 dalla lunetta, 11 punti e quella che oramai è divenuta la sua specialità, 9 assist, negli ultimi secondi il canestro di capitan Gatti, doppia doppia per lui con 11 punti e 11 rimbalzi, chiuderà l’incontro sul 64 a 55. Valsesia interrompe una serie negativa di tre sconfitte e rientra in zona playoff e seppur con due soli punti di scarto lascia a San Miniato una scomoda piazza playout.

Come da pronostico prosegue il campionato a handicap del Livorno, che perde a Montecatini 103 a 83. Un Livorno che dopo essere andato subito in svantaggio fino al più 11 di inizio secondo quarto, in questo parziale, con le bombe di Mastrangelo, top scorer del match con 27 punti e i canestri da sotto di Giorgi, chiuderà con 8 su 10 e 23 punti, recupera fino al meno 2 dopo 4’, ma a fine tempo è di nuovo pesantemente sotto, meno 15. Non c’è quasi più partita i labronici si riprtano un paio di volte a meno 8, ma poi naufragano per il meno 20 finale con 103 punti subiti contro 83 segnati. Nelle fila di Montecatini il migliore è sempre Galmarini, che segna 18 punti con 12 rimbalzi. Montecatini aggancia Piombino al quarto posto e sabato prossimo andrà a fargli visita per lo scontro diretto.

Piombino non passa a Milano: 92-75 il risultato finale.
Gli highlights dei gialloblù in Urania Milano vs Basket Golfo Piombino