Le altre

Presentazione 5° giornata: Omegna a caccia della quinta vittoria

Stefano Stefanini
27.10.2017

Apre alle ore 19 gli anticipi del sabato, Robur Varese contro Cecina. Varesini che dopo un mercato importante hanno avuto un avvio di campionato disastroso, una sola vittoria in casa con Livorno, ottenuta con un grande assolo di Bloise e poi tre batoste fuori casa a San Giorgio, Piombino e San Miniato. Coach Vescovi in settimana si sarà di sicuro fatto sentire dai suoi, l’ambiente ha bisogno di una scossa, le attese erano sicuramente diverse, due punti in classifica e seconda peggior difesa del campionato con 84.3 punti subiti. Non sarà facile per i varesini uscire dal tunnel, domenica al Pala ABC scende un Cecina in serie positiva da tre gare e galvanizzata dalla grande rimonta contro la Sangio nell’ultima tornata. Con un Gigena super, miglior giocatore del campionato per rendimento e secondo miglior realizzatore con 22.3 punti di media che, fino a quando reggerà fisicamente è il faro, il principale terminale della squadra.

Sempre di sabato alle 20.30 Pavia ospita San Miniato, secondo impegno casalingo consecutivo per la truppa di coach Baldiraghi, che cercherà di recuperare il terreno perduto con le due sconfitte in terra di toscana. Vengono entrambe da roboanti vittorie, il più 18 su Livorno dei patavini e il più 28 dei pisani contro Varese. Due squadre però ancora alla ricerca della loro identità, con i padroni di casa che per adesso hanno fatto vedere solo a sprazzi tutta la qualità del loro organico e gi ospiti che, con i molti cambiamenti effettuati in questo mercato, devono ancora mettere a posto quella difesa, che negli anni passati era stato il loro marchio di fabbrica, infatti gli uomini di coach Barsotti viaggiano quest’anno a 73 punti subiti di media contro i 65 della passata stagione.

Chiude gli anticipi,alle 21, quell’Urania Milano che tirando il collo ai pochi titolari a disposizione, quasi tutti sopra i 30’ , dopo lo scivolone alla prima di campionato in casa con Valsesia, è riuscito ad infilare tre vittorie casalinghe. Gioca in casa di Oleggio, che invece viene dalla bella vittoria a Valsesia, seconda consecutiva. Oleggio che che dovrà cercare di tenere il punteggio basso e ha le armi per farlo, è infatti la terza miglior difesa, con 66 punti subiti e dovrà anche provare a reggere l’urto iniziale dei milanesi, per sfruttare un loro eventuale calo fisico nel finale, come già gli è accaduto ad Alba. Non sarà impresa facile visto che Milano ha molte bocche da fuoco,in 5 in doppia cifra, Laudoni su tutti con 19.3 di media, mentre per i padroni di casa in attacco brillano i soli Gallazzi (16.3) e Spatti (13) .

Nel programma di domenica spicca il derby fiorentino fra la Fiorentina di coach Niccolai e l’Empoli di coach Bassi. Entrambe arrivano da due sconfitte, la Fiorentina ha saggiato e ridimensionato le sue ambizioni contro Omegna ed Empoli ha perso alla Lazzeri, quello che era il suo fortino, con Montecatini. Nei viola di casa ci sarà grande voglia di riscatto, dopo la magra figura, sepolta sotto un pesante meno 20, da un Omegna che, va ricordato, contava tre importanti assenze. Empoli che, dopo una buona partenza, dimostra di non aver ancora ritrovato appieno la compattezza di squadra degli anni passati, pagando un po’ le partenze dei suoi giocatori più carismatici, sia in termini difensivi, passando dai 65 punti di media subiti nel 2016/17 ai 72.3 attuali, che in quelli offensivi,dove in questa prima fase si affida al solo Giarelli (16.5).

Un testacoda Livorno Omegna dove, vista la strabordante prestazione degli uomini di coach Guzzinardi con la Fiorentina nell’ultimo turno, è difficile dare a Livorno chances di vittoria. Una squadra quella labronica che continua a cambiare fisionomia ogni settimana, in quella scorsa l’innesto del giovane Batori e di Chiacig, quest’ultimo però fermato dalle visite mediche almeno per un mese. Si affrontano la peggiore difesa, con 86.3 punti subiti e la seconda migliore con 62.8.

A Piombino arriva Valsesia, reduce da due sconfitte consecutive, di cui una particolarmente pesante (69 a 86), domenica nel derby con Oleggio, davanti ai propri tifosi. Piombino ha vinto invece come da pronostico a casa della PMS ed è la seconda vittoria consecutiva, vittoria un po’ sofferta, ma che, proprio per questo, serve però a mantenere alta la concentrazione alta in vista dei prossimi impegni. Piombino è la miglior difesa del torneo con soli 62.3 punti subiti.

Una Sangiorgese da alti e bassi clamorosi nelle ultime due uscite, con le incredibili rimonte fatte e subite contro San Miniato e Cecina,ha l’occasione di rifarsi in casa contro Moncalieri, i giovani torinesi stanno crescendo di partita in partita , ma la squadra di coach Quilici, nonostante sia anch’essa molto giovane ha più esperienza e qualità degli ospiti.

Quasi un testacoda anche fra Montecatini ed Alba, i termali forti dei oro 6 punti in classifica, del possedere il migliore attacco del torneo (78.5) e dell’aver espugnato un campo difficilissimo come Empoli, nell’ultimo match, godono dei favori del pronostico. Alba ancora ferma  a zero punti, ha avuto dalla sua un calendario molto difficile, che nelle ultime due l’ha vista affrontare le due favorite per il primo posto Omegna e Milano. Nonostante le difficoltà offensive, sono il peggior attacco con 60.8 di media, i ragazzi di coach Jacomuzzi hanno offerto prestazioni confortanti contro le due big, che lasciano ben sperare per il futuro.

Intervista al capitano Giacomo Guerrieri
Gli anticipi: Milano mette la quarta, Pavia risale