Approfondimenti

Andreazza presenta la prima dell’anno: il Golfo va a Pavia

Daniele Perini
06.01.2018

Il Basket Golfo Piombino si trova davanti ad un nuovo anno di impegni sportivi dopo aver chiuso l’ultimo con la vittoria in casa su Montecatini e la conferma di un momentaneo quarto posto in classifica.

Il cammino del Golfo arriva quindi ad incrociarsi di nuovo con chi, insieme ai gialloblù, aveva inaugurato questa stagione nel primo match della stagione al Palatenda. All’andata la squadra di Fabio Di Bella è uscita sconfitta per 65-59, commettendo subito un passo falso. Durante il primo girone poi, la Winterass di Pavia, ha comunque saputo veleggiare tra le zone nobili della classifica fino alle ultime battute in cui ha raccolto qualche sconfitta di troppo. 

Alle porte di un girone di ritorno agguerrito i pavesi si trovano al margine della zona playoff e dovranno da subito provare a rialzare la testa per rilanciarsi.

Per provare a limitare ancora Pavia, coach Marco Andreazza, gli altri membri dello staff e la squadra stanno preparando un’altra gara difficile e che potrà nascondere molte insidie; è proprio il coach originario di Montebelluna poi a presentarci la partita del primo turno del girone di ritorno:

“Arriviamo a questa partita con Pavia con qualche acciacco, perché saremo sicuramente senza il nostro Edoardo Pedroni - che sta recuperando dopo la contusione rimediata con Montecatini - e poi sappiamo che le partite dopo la pausa sono sempre sfide dal difficile pronostico.

La squadra in generale poi sta bene, abbiamo finito l’anno nel migliore dei modi e le vacanze ci sono servite per ricaricare le energie dopo il dispendio fisico, mentale e tecnico che abbiamo avuto per arrivare a finire il girone di andata in quarta posizione. In queste due settimane abbiamo poi avuto modo di lavorare su alcuni aspetti fisici e tattici su cui lo staff ha voluto insistere.

Il morale è buono e sappiamo, ne abbiamo parlato anche in settimana, che da adesso cambierà tutto, dagli obiettivi delle squadre, al fatto non ci saranno più partite fini a se stesse e ogni singola uscita conterà tantissimo in ottica classifica finale.

Sarà girone di ritorno molto duro, dalla prima giornata alla quindicesima di ritorno, per chi vuole i playoff, per chi vuole salire o per chi non vuole sprofondare. Le squadre cambieranno, cercheranno di migliorarsi anche sul mercato e alcune lo hanno già fatto.

Noi dobbiamo sapere che dovremo alzare ulteriormente l’asticella. Tenendo presente che i risultati ottenuti fino a qui sono frutto del duro lavoro di tutti fin dal primo giorno. Ora sarà richiesto ancora più impegno da parte di tutti e dobbiamo farci trovare pronti.

Loro arrivano da quattro sconfitte consecutive, non del tutto meritate. Sono state quasi tutte partite decise da episodi sfavorevoli che hanno contribuito a renderli un po’ più insicuri.

In ogni caso sono una squadra guidata da uno dei migliori coach del panorama della serie B e, pur trovandoli senza uno dei suoi uomini migliori, Samoggia, Baldiraghi saprà studiare qualcosa per provare a metterci in difficoltà. 

Al netto dell’assenza il loro reparto lunghi conta solo De Min e Squeo a cui si aggiunge Cantarini, che fino a qui non ha avuto molti minuti; Cantarini stesso potrà essere utilizzato diversamente ma ci aspettiamo che Baldiraghi possa studiare un quintetto diverso con più piccoli in campo alla ricerca di qualche possesso in più.”

Difficile capire cosa vedremo in campo, soprattutto alla luce delle due assenze (Pedroni per il Golfo e Samoggia per Pavia). Noi proveremo a continuare da dove ci siamo fermati a fine anno, mettendo in campo grande impegno e voglia di fare il massimo.

Gli anticipi: Omegna prima trema poi trionfa
3 Secondi - numero VII