Le altre

Gli anticipi: Omegna prima trema poi trionfa

Stefano Stefanini
06.01.2018

Vola la Sangiorgese, in difficoltà Empoli e Varese

Negli anticipi facilissimo successo per Montecatini a Moncalieri, la partita dura pochi minuti, Galmarini  non trova un avversario in grado di fermarlo e già nel primo quarto va in doppia cifra, così come il vantaggio dei termali, che sale fino al più 27, un pallido tentativo di rimonta dei torinesi nel quarto finale , che li porta fino a meno 14, ma la superiorità degli uomini di Campanella è tanta e il distacco risale fino al più 28 finale. l’incontro si chiude sul 59 a 87. Migliori per le due squadre Galmarini con 17 punti e Enihe per la PMS con 13 punti. Montecatini aggancia Piombino a quota 20, Moncalieri rimane mestamente a quota 4.

Nelle sfide fra quota 14 e quota 10 in classifica, vincono Alba e Sangiorgese entrambe in trasferta. Alba rilancia ancor più le sue rinnovate ambizioni di salvezza, vince e sale a quota 12 a soli due punti da Empoli, a cui rimane però il vantaggio nello scontro diretto per la nettissima vittoria dell’andata. Prova autoritaria degli uomini di coach Jacomuzzi, guidati in starting five dal neoacquisto Danna,che costringono Empoli ad inseguire per tutto il match, allungando fino a più 16 nel terzo quarto. Con Giarelli in panca per falli, ci pensano i giovanissimi Antonini e Raffaelli a riportare nel match Empoli, 18 e 17 punti a testa per loro, col primo che fa un sontuoso 5 su 7 da tre e il secondo 3 su 5. Alba trascinata da super Santiago Boffelli, 27 punti (6 su 10 da tre) e 10 rimbalzi per l’italo argentino e da un Dell’Agnello da 17 punti e 11 rimbalzi, i due insieme a Paolo Gallo, 19 punti e 10 rimbalzi, dominano sotto le plance e nel finale ci pensa Maino con alcune bombe a ricacciare indietro i padroni di casa. Empoli paga l’assenza di un lungo di ruolo e Giarelli, nel tentativo di coprire il ruolo, si carica di falli, nonostante ciò chiude con 24 punti e 9 rimbalzi, anche l’esperto Giannini prova a mettere una pezza alla superiorità albese, con la sua specialità, segna 15 punti con 4 su 7 dalla distanza, ma nulla da fare, Alba vince il festival degli attacchi 97 a 89.

A Varese la Sangiorgese continua il suo magic moment, quinta vittoria in sei gare e una classifica che torna a sorridere agli arancio blu di Quilici, 16 punti che potrebbero voler dire aggancio alla zona playoff. Partita diametralmente opposta a quella di Empoli , punteggio bassissimo e attacchi disastrosi, finirà infatti 56 a 63, con 2 su 25 da tre per Varese e 2 su 20 per la Sangio, i padroni di casa inoltre si suicidano dalla lunetta con un catastrofico 16 su 36 (44%). Nonostante il recupero di Mercante, discreto il suo rientro, con 9 punti e 6 rimbalzi, Varese perde ancora e la sua classifica si fa ora bruttissima, solitaria al terzultimo posto con 10 punti. Gli uomini di coach Vescovi dopo una buona partenza, sono costretti ad inseguire per tutta la gara con gli ospiti che vanno più volte in doppia cifra di vantaggio. Ma la partita si decide nei secondi finali e nel modo meno prevedibile, Varese recupera e con Bianconi si porta a meno due a 1’ e 07’’ dal termine, ma sull’azione successiva, Tassinari, dopo uno zero su otto al tiro pesante, trova la bomba decisiva. I migliori della Sangio, Antonietti con 16 punti e 10 rimbalzi e Falconi con 16 punti.

Omegna senza Simoncelli e con Bruni in panca per tutto il primo quarto, soffre Oleggio fino al riposo lungo, non difende come solitamente fa, perde molti palloni (11) e lascia così il proscenio a Gallazzi che segna 16 punti nei primi due parziali si va così al riposo con Oleggio in vantaggio per 38 a 33. Negli spogliatoi probabilmente coach Ghizzinardi striglia i suoi e alla ripresa torna la capolista che conosciamo, grande difesa, in attacco ritrova le bombe del rientrante Torgano e domina sotto le plance con Arrigoni e Dip, parziale di 23 a 5 e più tredici, ma nel finale di quarto, complici un paio di palle perse di Bruni, fa riavvicinare Oleggio a meno sette. Ma è solo una breve distrazione, all’avvio di terzo Omegna riallunga decisamente, le bombe di Bruni, buono il suo esordio 12 punti, 3 su 5 da tre e 5 assist, i punti del top scorer Arrigoni, chiuderà con 17 e 10 rimbalzi e un ottimo Dip, 14 punti e 7 rimbalzi, spengono la resistenza degli uomini di coach Passera. Oleggio segna solo 21 punti nei secondi due quarti, con Gallazzi che ne mette solo 2, nella seconda metà per 18 totali, bene anche Colombo con 11 punti e 11 rimbalzi . Omegna continua a volare, Oleggio sogna per due quarti, poi deve cedere, fermandosi a quota 16.

Presentazione 16^ giornata: Si riparte dopo la sosta
3 Secondi - numero VII