Flash

GLI ANTICIPI Prima vittoria di Siena

Stefano Stefanini
27.10.2018

Cecina fa harakiri a Varese, problemi seri per Pavia e Omegna fatica ma vince 

Cecina parte subito forte con un 3 su 3 dalla distanza firmato due volte da Mennella e una da Salvadori, che porta gli sopiti fino al più 11, Varese invece fa 0 su 5 dalla distanza e va poco meglio nel tiro da due 4 su 12 meglio da due, si va al primo riposo sul 12 a 20. Nel secondo quarto Cecina dopo aver ripsosto ad una buona partenza dei padroni di casa che tornano fino a meno due, allunga di nuovo fino al più 9 con una bomba di Gaye, ma le molte palle perse (5 di Forti) ed i molti falli (13) consentono a Varese di riavvicinarsi fina al 33 a 36 di fine metà gara. Nel terzo quarto gara equilibrata con Varese che però non riesce mai ad agganciare Cecina, che con i canestri di Gaye e Spera nel finale allunga anche a più 7. Ma nel quarto finale Cecina si suicida letteralmente, dopo essere stata riagganciata da Varese grazie al gran lavoro sotto i tabelloni di un ritrovato Rosignoli, 13 rimbalzi di cui 8 offensivi e alle finalizzazioni dI Ferrarese, 20 punti e 4 su 8 da tre e Planezio con 16 punti, nei minuti finali i rossoblu ospiti con la partita in parità fanno 2 su 8 ai liberi, con Biancani e Gigena e comunque in vantaggio di 1 punto a pochi secondi dal termine si fanno bucare da una bomba del giovane Maruca, finisce 71 a 69 per Varese.

Valsesia, ancora senza Mirco Gloria, fa soffrire per tre quarti Omegna, sempre agganciata ai padroni di casa nei primi due quarti, finiti 37 a 34, grazie ad un gran Cernivani che segnerà 18 punti e Panzieri, con 11 e 9 rimbalzi, ma nonostante gli sforzi di quest’ultimo, Omegna senza a contrastarla il centro titolare avversario, domina ai rimbalzi, 41 a 25, ma non riesce a scrollarsi di dosso i giovani di coach Bolignano. Nemmeno nel terzo quarto, dove con una serie di canestri di Arrigoni (20 punti e 9 rimbalzi) e Balanzoni (18 e 7) portano i padroni di casa sul più 12, infatti con le bombe di Ambrosetti e dell’ex Brigato (12 punti) Valsesia torna di nuovo a meno 3. Solo nel quarto finale gli ospiti cedono perdendo 75 a 63.

Si sveglia la Virtus Siena (nella foto), per la prima volta approccia bene la gara ed una volta dentro la partita non molla più, per Pavia una serataccia con 18 palle perse . Siena ritrova un buon Simeoli 10 punti e 8 rimbalzi per il lungo, Olleia dà il la al primo allungo senese con i suoi canestri per poi uscire nel finale per 5 falli, Bianchi è determinante nei momenti decisivi e sarà il migliore marcatore con 13 punti. Nelle fila pavesi ci si regge su due colossi Iannilli già tornato in grande forma, 15 punti e 10 rimbalzi e Mascherpa 20 punti. Siena come detto parte bene e nel secondo quarto raggiunge il più 10, ma Pavia ricuce fino al meno 4 al riposo lungo, sul 40 a 36. Pare una gara anche dal punteggio abbastanza alto, ma nella seconda parte si segnerà col contagocce, Pavia a 1’ dal termine del terzo quarto firma il primo sorpasso e sembra che la gara stia girando quando una bomba di Manuelli subito dopo segna il più 4 per gli ospiti, ma Siena oramai ci crede e non molla, e ritorna avanti di 1 ad inizio quarto finale, e in un finale punto a punto con sorpassi e controsorpassi, Benedusi a 1’23’’ dal termine porta avanti di 2 Pavia, Pucci impatta dai liberi ed un canestro di Imbrò dopo palla persa da Mascherpa porta avanti Siena, Di Bella sbaglia da tre e nell’azione successiva perde palla e i padroni di casa con Bianchi e Orsini la chiudono dalla lunetta, prima vittoria per Siena e sconfitta che fa male a Pavia, 68 a 62 il finale.

Intervista con coach Andreazza
Il Golfo torna al Palatenda per caricarsi in vista di Vigevano