Cronache

"SALUTATE LA CAPOLISTA" Piombino è prima in classifica

Stefano Stefanini
10.02.2019

Il Golfo, prima con grande qualità, poi con la ormai proverbiale grinta, batte Vigevano e vola in testa

Al grido salutate la capolista, il pubblico piombinese festeggia la prima volta nella storia dei gialloblu al vertice del campionato di serie B, seppur in coabitazione con Omegna e San Miniato, ma pur sempre di primo posto si tratta. Un traguardo che arriva dopo tanto lavoro, tanta fatica per i ragazzi di coach Andreazza, ma il premio ripaga alla grande, iardella e compagni. Un Piombino che macina record uno dietro l’altro, contro Vigevano è arrivata anche l’undicesima vittoria casalinga, Piombino è l’unico campo imbattuto del girone A della serie B e parte del merito va anche ai suoi tifosi, al suo pubblico, sempre più coinvolto e coinvolgente, insomma spettacolo in campo e sugli spalti.

Coach Andreazza l’aveva presentata come partita più importante dell’anno e la dimostrazione di come sia stata preparata meticolosamente, sono stati i primi due quarti, quasi perfetti, Piombino difende in maniera impeccabile nel primo quarto, dove subisce solo 12 punti e in attacco trova due terminali che fanno impazzire la difesa dei lombardi, Fratto replica la super prestazione dell’andata, chiuderà con 24 punti, 6 su 8 da due, 11 rimbalzi, 4 assist e 2 recuperate e Persico stavolta gli dà man forte, 19 punti per lui. Con la difesa che collassa, senza successo, sui lunghi gialloblu, gli esterni piombinesi trovano anche le soluzioni da fuori, con Iardella, Mazzantini e Bianchi. Avvio shock per un Vigevano che sembra un pugile suonato, 11 a 0 e 30 a 12 al primo riposo. Nel secondo quarto, Piazza aggiusta la difesa e sembra contenere meglio i gialloblu, ma fino ad 1’40’’ dal riposo lungo, è Piombino a comandare e tocca il più 23 con una bomba di chi non ti aspetti, Persico. Ma nei 100 secondi finali, due palle perse ingenuamente dai padroni di casa, propiziano un parziale recupero di Vigevano, che con il canestro di Vecerina e la bomba sulla sirena di Benzoni, si riporta a meno 16, 46 a 30. Il vantaggio è ancora importante, ma quelle distrazioni aprono una cricca nelle certezze piombinesi, Vigevano non sbaglia quasi più nulla in attacco, Ferri, Panzini e Verri, riportano gli ospiti a meno 7 in pochi minuti, Mazzantini fa respirare Piombino con una bomba, i canestri di Fratto sembrano riuscire a contenere il ritorno dei gialloneri, ancora una bomba di Bianchi riporta a più 11 il distacco, a 2’40’’ dal termine, ma Ferri trascina i suoi e ancora una bomba allo scadere, stavolta di tabella di Minoli, dà il meno 5, 65 a 60. Piombino subisce 30 punti nel terzo parziale e ha solo 2’ per riassestare la difesa. Nel quarto finale Piombino torna a difendere, ma non trova in avvio la via del canestro e Verri con un 3 su 3 dai liberi riporta gli ospiti a distanza aggancio, per il pubblico piombinese si prepara l’ennesimo finale al cardiopalma. Si segna pochissimo, botta e risposta , Mazzantini Minoli e a 3’ dal termine la bomba del capitano Iardella e un altro canestro di gran classe di Persico, danno il più 8, sembra la svolta, ma come accaduto con San Miniato, Piombino accusa la fatica e Panzini con una bomba e due liberi, dà ancora il meno 3 ai suoi, ma Piombino stringe i denti, l’area diviene tabù per vigevano, che è costretta a sparacchiare da lontano e con grande pressione addosso, risultato 0 su 4 e Piombino con iardella e Fratto dai liberi la chiude, 82 a 73 e dà il via alla festa con i tifosi.

Vittoria fondamentale per il team di patron Lolini, la classifica si sgrana ulteriormente, delle squadre che potevano insidiare un posto fra le prime quattro, ha vinto solo Alba, che si mantiene comunque a 6 punti di distanza, Alba che dovrà venire dopo la sosta a Piombino, Vigevano a 8 punti e con il Golfo che ha ribaltato anche il meno 4 dell’andata, sembra non rappresentare più un pericolo, così come la Sangiorgese, alla stessa distanza e che alla penultima verrà al Palatenda. Con tutti gli scongiuri del caso, ma sembrerebbe oramai una lotta fra le prime quattro per aggiudicarsi le posizioni migliori della griglia playoff e Piombino c’è alla grande.

Il sogno continua e a gettare benzina sul fuoco ci pensa un calendario, che ora dà a Piombino, le due ultime della classifica come prossime avversarie, con le compagne di fuga che invece hanno impegni molto più difficili. Allora pur consci che già un quarto posto sarebbe un grande risultato, siamo lassù ce la godiamo e ci piace continuare a sognare, grazie a quei meravigliosi ragazzi in gialloblu.

Solbat Basket Golfo Piombino - ELAchem Vigevano 1955 82-73 (30-12, 16-18, 19-30, 17-13)

Solbat Basket Golfo Piombino: Francesco Fratto 24 (6/8, 1/2), Edoardo Persico 19 (6/10, 1/1), Saverio Mazzantini 13 (2/6, 2/2), Alessio Iardella 11 (2/6, 2/5), Alessandro Procacci 6 (2/4, 0/2), Camillo Bianchi 6 (0/2, 2/5), Edoardo Pedroni 2 (1/2, 0/0), Alessandro Riva 1 (0/1, 0/1), Yuri Bazzano 0 (0/0, 0/1), Tommaso Molteni 0 (0/1, 0/0), Tommaso Mezzacapo 0 (0/0, 0/0), Niccolò Pistolesi 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 20 / 25 - Rimbalzi: 36 9 + 27 (Francesco Fratto 11) - Assist: 13 (Francesco FrattoAlessandro Procacci 4)

ELAchem Vigevano 1955: Lorenzo Panzini 16 (4/9, 2/3), Alessandro Ferri 15 (4/4, 1/5), Patrizio Verri 10 (1/2, 1/5), Lorenzo Petrosino 10 (5/8, 0/0), Tommaso Minoli 5 (1/4, 1/2), Filippo Rossi 5 (1/5, 0/0), Tommaso De gregori 5 (2/3, 0/0), Daniele Benzoni 4 (0/2, 1/3), Simone Vecerina 3 (1/4, 0/0), Duilio ernesto Birindelli 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 17 / 22 - Rimbalzi: 31 7 + 24 (Alessandro Ferri 8) - Assist: 8 (Patrizio VerriTommaso MinoliDaniele Benzoni 2)

GLI ANTICIPI: Cade la capolista, Piombino e San Miniato a caccia del primo posto
Intervista a coach Andreazza nel dopopartita di Basket Golfo Vigevano