Approfondimenti

Alle 18:00 contro Valsesia, Andreazza: "Avranno molta voglia di dimostrare il loro valore"

Daniele Perini
29.10.2017

Arriva a Piombino la squadra di coach Bolignano, presenta all’interno di "Tre Secondi" da Stefano Stefanini nella presentazione “I nostri avversari”. La Gessi Valsesia ha raccolto 4 punti in classifica per le vittorie contro Alba e Milano. Le due sconfitte invece sono arrivate nei match con Montecatini ed Oleggio.
Ancora rivoluzione in casa della squadra di Borgosesia quest’estate e forse anche questo influisce nel calo subito nella terza e nella quarta giornata. Avversari che vantano un buon quintetto con giocatori di categoria: Quartuccio, Magrini, Sodero, Gatti e Catakovic. Tutti e cinque sopra i 10 punti di media in questo avvio di campionato. Si unisce a loro Gloria che anche lui viaggia in doppia cifra.

A rispondere ad una squadra così ben costruita dovrà essere la Piombino ammirata fin ad ora in questa stagione. Intensa e difensiva come la ragiona coach Andreazza. Dorde Malbasa è una delle armi a disposizione del Golfo, un grande avvio con 11,5 punti di media per il numero 9 gialloblù.
Tutti gli altri viaggiano sotto i 10 punti ma le medie sono molto simili, indice di buone prestazioni collettive almeno fin ad adesso.
Sarà importante continuare a far bene al Palatenda per trovare consapevolezza in vista dei prossimi impegni e per contribuire a rendere il giocare in casa un fattore sempre più determinante.

Coach Andreazza ha rilasciato queste dichiarazioni in vista di questo match e delle prossime tre settimane di campionato:

Daniele: “Coach quali sono stati i nostri punti di forza nei primi quattro impegni?”
Marco:
“La difesa e lo spirito di sacrificio che abbiamo dimostrato anche nei momenti di difficoltà. Sono state vittorie difficili e partite combattute. Abbiamo lavorato molto per prepararle. La squadra cresce in attacco grazie anche alle prestazioni dei singoli che ciclicamente, come abbiamo già detto, avranno modo di essere i protagonisti delle nostre partite.”

Daniele: “Valsesia sarà un avversario difficile, cosa temiamo dei nostri prossimi avversari?”
Marco:
“Sono una squadra che vanta una grande esperienza e molta fisicità. A mio parere hanno costruito una buona squadra. Dobbiamo stare attenti al loro collettivo, hanno un grande reparto lunghi e degli esterni che possono dare un apporto significativo.
Loro arrivano da 2 sconfitte consecutive ma non mi aspetto una vittima sacrificale, piuttosto una squadra che avrà voglia di dimostrare molto.”

Daniele: “Dopo Valsesia arriveranno Alba e Fiorentina, due trasferte consecutive. Dopo ancora ci saranno Livorno in casa ed Omegna di nuovo lontano dalle mura di casa. Quattro partite diverse ma da affrontare a testa alta. Come ci avviciniamo?”
Marco:
“Come dico da sempre e continuerò a dire: ragioneremo di partita in partita. Sarà un percorso e le prepareremo tutte come singoli impegni.
Dopo Omegna saremo nel vivo della stagione con nove partite già disputate e avremo tante informazioni in più sulle nostre potenzialità. Il campionato poi è come una delle più difficili tappe ciclistiche sulle Dolomiti quindi dobbiamo, come si dice, mettere giù la testa e pedalare senza controllare tabelloni. Sarà un campionato equilibrato, cerchiamo di non iniziare a stilare le classifiche perché non descrivono molte di quelle che sono le forze dimostrate in campo. Urania Milano, super favorita sul campo di Alba, è riuscita a vincere solo all’ultimo minuto, per fare un esempio.
Noi ci impegneremo e andremo avanti a testa alta senza mai porci limiti.”

Gli anticipi: Milano mette la quarta, Pavia risale
3 Secondi - numero III