Cronache

Fiorentina aggancio in vetta

Stefano Stefanini
15.04.2018

Arrivano i primi verdetti per i playoff e si dipana la matassa per i posti dal sesto all'ottavo, tutte le possibili soluzioni qui sotto

I verdetti oramai certi sono, San Miniato escluso dai playoff, ma salvo. Valsesia ai playoff (considerando certa la vittoria in casa su Livorno), altro posto ai playoff per la vincente dello scontro fra Sangiorgese e Empoli, fuori la perdente, perché la Sangio in tutte le possibili classifiche avulse, portandosi dietro il doppio successo con Empoli(all’andata vinse 81 a 69), sarebbe avvantaggiata sulle altre, discorso contrario per Empoli che invece sarebbe dietro le altre e quindi solo vincendo e salendo a quota 34 sarebbe dentro, il terzo posto se lo giocano Pavia e Cecina, i lombardi però devono sperare nella sconfitta di Cecina a Milano e in quella della Sangiorgese contro Empoli, perché in tutte le parità multiple a quota 32 i pavesi sarebbero fuori dalle otto, mentre nella parità a due godono del vantaggio della differenza canestri su Cecina, quest’ultima invece sarebbe ai playoff in caso di vittoria a Milano o in tutti i casi di parità multiple.              

Aggancio al vertice per la Fiorentina con la settima vittoria consecutiva, peccato per i viola però che lo svantaggio nel confronto diretto li condanni al secondo posto, pensare ad un successo di San Miniato, oramai senza obiettivi, a Omegna è un sogno più che una speranza. La Sangiorgese per quasi tre quarti tiene testa ai più forti avversari , andando anche sul più 8 dopo 18’, poi tre bombe di Divac, Mazzucchelli e Grande aprono il divario, nel forcing finale la Sangio arriva anche a meno 5 a 36’’ dalla sirena, ma la Fiorentina non cede e vince 84 a 77. Fra i padroni di casa spicca la prova di Genovese con 24 punti, grazie ai 9 assist di capitan Berti, che segna anche 14 punti, fra gli ospiti bene Tassinari con 19 punti e Bianchi con 17, in una buonissima prova generale per la sfida decisiva contro Empoli.

Cade ancora Omegna in toscana, la sete di playoff di Cecina ha la meglio, i rossoblu si impongono per 75 a 72 al termine di una partita combattutissima, sul filo dell’equilibrio fino all’ultimo, con il grande ex Bruni che grazia i suoi sbagliando la bomba della parità nei secondi finali. Omegna perde nonostante rivedano il campo anche Milani e Brigato (solo pochi minuti), soffre ai rimbalzi ed in attacco trova buone soluzioni e continuità solo con capitan Simoncelli, che segna 19 punti. Per i rossoblu ottima prova dei lunghi Salvadori e Spera, con 18 e 16 punti, ben assistiti da Forti che dispensa 4 assist, segnando anche 12 punti. Cecina ora ha un piede e forse qualcosa di più nei playoff e se troverà una Milano demotivata potrebbe completare l’opera senza dover ricorrere alle classifiche avulse.

Milano, con i recuperati Santolamazza e Negri, troppo forte per il Golfo, che regge per due quarti alla pari e poi cede di schianto nel terzo quarto, affondata da un Eliantonio formato NBA, 22 punti con 4 su 5 da due 4 su 6 da tre, 7 rimbalzi e 3 recuperate, il finale sarà 78 a 84. Milano nonostante perda nettamente la sfida sotto le plance (41 a 28 i rimbalzi), tira con percentuali degne del valore dei suoi singoli, 62% da due e 43% da tre, ottimo rientro di Negri che fa 3 su 4 nelle bombe, poi i soliti Ferrarese segna 16 punti e Plaeari con 18, in ombra il solo Laudoni. Per Piombino buona prova del collettivo per due quarti e per i singoli, Iardella 18 punti con 4 su 6 da tre,  Persico 19 con 9 su 12 da sotto e Fontana con 16. Milano mette il terzo posto in cassaforte e Piombino mette tutte le sue ultime fiches sulla ruota di Montecatini, col quarto posto ancora in ballo.

Valsesia spenge i sogni playoff di San Miniato imponendosi al Palafontevivo per 57 a 50,. Partita molto equilibrata con le difese che prevalgono sugli attacchi, San Miniato conduce a lungo ma senza mai avere vantaggi importanti, il sorpasso degli ospiti arriva a 1’18’’ dalla sirena con la bomba di Gatti, che segnerà anche i punti del definitivo meno sette. A San Miniato non basta la prestazione super di Nasello, 20 punti con 9 su 10 da due, per Valsesia il migliore è il lungo Gloria con 15 punti e altrettanti rimbalzi. Per gli uomini di coach Bolignano ora per i playoff manca solo la formalità Livorno, da sbrigare al proprio domicilio.

Pavia vince contro Varese 79 a 60 e rimane in corsa per i playoff, anche se l’obiettivo rimane legato anche ai risultati delle altre, oltre a dover vincere anche ad Oleggio. Partita equilibrata che si decide nel quarto finale, dove nei primi minuti fioccano le bombe di Mascherpa, Samoggia, Manuelli, ancora Mascherpa e infine Infanti, più 21 dal più 3 di inizio quarto e partita finita. Mascherpa devastante, 24 punti e 5 assist per l’ex Bergamo, dall’altra parte fa altrettanto Bianconi con 22 punti, con 5 su 7 da tre e 10 rimbalzi, ma non bastano a far vincere Varese , che ora si gioca tutto domenica con Alba in casa.

Montecatini si diverte con una dimessa Libertas, 101 a 58, i migliori per Montecatini, Callara con 21 punti e 5 su 7 da tre, Bolis con 18, Artioli con 17 e Galmarini con 16 punti e 15 rimbalzi, per Livorno da segnalare il solo Soloperto con 16 punti e 11 rimbalzi.

 

Alle 18 arriva l'Urania Milano ed il Palatenda scalda la voce per l'ultima in casa della regular season
Il video della partita con Milano