Approfondimenti

I numeri del Basket Golfo Piombino

Stefano Stefanini
15.11.2017

Curiosità statistiche sulla nostra squadra

Nel basket moderno i numeri, le statistiche sono un valido aiuto per i coach, fermo restando che la variabile umana, con tutte le sue sfaccettature, resta sempre la protagonista principale. Un bravo coach deve saper miscelare abilmente le due cose, capire quando i verdetti matematici dei numeri corrispondono alla realtà del campo, a pregi e difetti dei propri giocatori e quando no.

Oggi vedremo come alle volte i numeri ci danno una lettura diversa da quelle che sono le nostre sensazioni, le nostre convinzioni. Partiamo da un impressione generale, che quasi tutti ci portiamo dietro da inizio campionato, ovvero che questa squadra non abbia un buon potenziale in attacco e che manchino i tiratori. Quando pensiamo ad una squadra brillante ed efficace in attacco, la memoria ci riporta a quella del 2015/16, quella dei Venucci, Gigena e Genovese, tutti grandi tiratori dalla distanza, ma se guardiamo il dato del tiro da tre si rimane esterrefatti, quella squadra tirava col 31.3% e quella di oggi (a parità di numero di tiri) tira col 31.7%, quella squadra viaggiava a 74.5 punti di media segnati e oggi non siamo così distanti con 73.9, questo grazie anche all’essere tornati efficaci anche sotto canestro (48.1% da due), secondi solo a Iannilli &C. (48.6%), ma forse anche meglio, visto il più alto numero di tiri, 41.9 contro 37.5.

Sicuramente è una squadra meno spettacolare di altre, ma molto efficiente, infatti nonostante il più basso numero di possessi di questi ultimi cinque campionati (83.4 contro il precedente più basso, 83.7 di Bonfiglio & C.), questa squadra ha il più alto numero di tiri (71.8)  rispetto al migliore delle passate stagioni (71.3 di Venucci), questo grazie ad un ottima gestione della palla e quindi al più basso numero di palle perse (11.6 contro il precedente migliore, 13.7 del 2015/16).

E’ “squadra” più di ogni altra, come dimostrano il più alto numero di assist di sempre (14.8 superando i 13.9 della scorsa stagione), l’assenza di primedonne (miglior marcatore con 11.8 punti, mentre nel passato Bonfiglio 17.4, Venucci 19.1, Iannilli 14.4) e i punti distribuiti fra tutti (sette giocatori fra 7.5 e 11.8 punti di media). Tutto questo porta ad essere quella attuale la miglior squadra per rendimento da quando siamo in serie B (84 di valutazione contro il precedente migliore di 81.5 di quella di Gigena).

Quest’ultimo dato risulta ancor più rafforzato dal rendimento difensivo (che non vi è compreso), stavolta anche con la conferma dei nostri occhi, questa è la miglior difesa di sempre (65.7 punti subiti contro i 67 della prima stagione in B) e la seconda del nostro girone dietro a Omegna. Su questo dato una curiosità più allargata, stare sotto ai 65 punti subiti, in questa stagione per adesso è riuscito solo a 5 squadre e 3 di queste sono prime in classifica nei rispettivi gironi, negli ultimi tre campionati di B invece solo a 17 squadre su 192 (solo il 9%)  e quelle che hanno ottenuto questo risultato, non sono mai arrivate oltre il sesto posto in classifica, anzi in 14 casi su 17 sono arrivate nelle prime quattro.

I numeri sono spesso qualcosa di freddo e reale, ma alle volte ci aiutano anche a riscaldarci e a sognare!!

Edoardo Pedroni è l'MVP Paola Guerrini - Private Banker dell'ottava giornata
Presentazione 9à giornata: Pavia all'assalto delle grandi, Piombino a caccia di un impresa