Cronache

Le altre: Davanti a Piombino vincono tutte

Stefano Stefanini
03.02.2020

Successi molto netti per Palermo e Firenze, Alba spezza la classifica

Ad un Piombino in emergenza, non basta la supremazia ai rimbalzi, 30 a 22, nè le ottime percentuali di tiro, 63% da due, 58% da tre e 84% ai liberi, nè le poche palle perse, 14, contro un avversario come da tradizione molto aggressivo, 24 falli contro 15. Con le poche rotazioni disponibili per i gialloblu è difficile difendere con la stessa intensità di San Miniato e pagano dazio con i 30 punti subiti nel secondo quarto e gli 86 totali. Bella ma vana la rimonta nella seconda parte di gara, contro un San Miniato quasi perfetto.

Firenze trascinata dal solito Poltronieri, 24 punti, 6 rimbalzi e 4 assist, batte abbastanza facilmente Empoli. Insieme al bomber, diventa sempre più determinante un Cuccarolo, che se in salute, è incontenibile in categoria, ai rimbalzi arriva dove nessun’altro può e ne cattura 14 con 8 offensivi, segnando anche 13 punti. Proprio il netto dominio ai rimbalzi, 48 a 30, fa la differenza, i 22 offensivi consentono ai padroni di casa un’infinità di seconde opportunità e Empoli, dopo pochi minuti di equilibrio, viene subito messo sotto, già meno 13 durante il primo quarto e non risalirà mai a quota aggancio, raggiungendo massimo il meno 5 nel terzo quarto. Empoli che tira benino, ma non trova molto il bersaglio dalla distanza, con 8 su 28, contro una Firenze che invece lo ritrova con un buon 11 su 31, grazie anche al 3 su 5 del giovane Bargnesi e a Berti (3 su 8). Firenze si mantiene così al terzo posto a 2 soli punti dal primo, prosegue invece il duro cammino di Empoli contro le grandi.

Continua la marcia inarrestabile di Palermo, contro Torrenova, dodicesima vittoria nelle ultime 13 gare. Successo largo e mai in discussione, con i padroni di casa già sul più 21 al minuto numero 7. Un attacco devastante che segna col 67% da due, col 38% da tre e col 93% ai liberi, con Duranti che segna 19 punti con 3 su 5 da tre, Di Viccaro, Tempestini e Minoli, 12 e Caronna 10. Una difesa che annulla Boffelli e consente solo un 3 su 10 da due a Nwokoye, che sarà comunque il migliore dei suoi con 14 punti (8 su 10 ai liberi). Palermo brilla per il suo gioco di squadra e anche in questa partita abbondano gli assist, ben 20. Quarta a 4 punti dalle prime, con una partita in meno rispetto a tutte quelle del gruppo di testa.

Alba spacca definitivamente la classifica in due, vincendo a Lucca e lasciando l’ottava in classifica a 10 punti di distanza. Alba che, dopo un lungo stop, ritrova il suo regista Danna e dopo un avvio col 5 a 0 di Lucca condurrà la gara fino al quarto finale, senza però mai assestare il colpo del ko, col più 10 del primo quarto ed il più 11 del terzo sempre recuperati da Lucca. Lucca che effettua anche il sorpasso nei primi minuti del quarto finale, un finale equilibratissimo, che viene deciso dal canestro di Tarditi, dopo palla persa di Banchi a 28’’ dal termine, con lo stesso Banchi che non riesce a mettere a segno il canestro della vittoria nell’azione finale. Alba vince anche tirando con medie molto basse (45%-24%-67%), grazie alla superiorità ai rimbalzi, 47 a 37, che compensa le 22 palle perse. I migliori per gli ospiti, Rossi con 15 punti e Tarditi e Terenzi con 13, per Lucca Bartoli e Drocker con 13.

Cecina torna alla vittoria contro Montecatini, stacca la zona pericolo e agganciando Lucca all’ottavo posto. Cecina che ritrova un Gay devastante, 29 punti (70%-44%-100%), 10 rimbalzi e 5 assist, ben spalleggiato da Turini e Guaiana, con 13 e 12 punti. Parte benissimo, come spesso le accade e con un 25 a 11 nel primo quarto tramortisce gli avversari, controllando abbastanza agevolmente il resto della gara. Montecatini risale un paio di volte a meno 7 nel terzo quarto, ma non va oltre, incisivo sotto canestro con Tiberti e Iannilli, 16 e 11 rimbalzi e 15 punti e 7 rimbalzi, ma condannato da un 8 su 18 ai liberi e da un 31 a 40 ai rimbalzi. Cecina spara a salve da tre, 5 su 22, ma da due piazza un sontuoso 63% (25 su 40).

 

Piombino contro San Miniato rimonta senza vittoria
Il video della partita contro San Miniato