Interviste

Verso Pavia con Saverio Mazzantini

Stefano Stefanini
18.10.2018

Reduce da un campionato proprio nelle fila pavesi, Saverio ci accompagna verso questa importantissima sfida

Ciao Saverio, come spesso accade nel basket moderno dove i giocatori cambiano spesso casacca, ti trovi domenica nelle vesti dell’ex, quali sono le sensazioni nello scontrarsi con alcuni tuoi compagni della stagione passata, come Di Bella , Manuelli, Mascherpa e Fazioli?

E’ sempre un emozione sono persone super con cui son stato benissimo, io poi sono anche un tipo emotivo e sarà dunque bello rivederli.

Pavia dopo la delusione del passato campionato, ripartiva anche quest’anno tra le favorite, cosa non è andato anno passato e quali ritieni siano i loro problemi in questo avvio di campionato, già segnato da due sconfitte?

Molto hanno pesato gli infortuni, ma è anche vero che nei momenti di difficoltà non siamo riusciti a compattarci, poi in un girone duro ed equilibrato sarebbero bastati due punti in più per raggiungere i playoff, anche se per come era stata costruita la squadra dovevamo arrivare almeno fra il terzo ed il quinto posto. Per quanto riguarda questo avvio di campionato, l’assenza di Iannilli pesa moltissimo, è un centro di peso e di esperienza, che anche qui a Piombino conoscete bene, dovranno ora puntare sui suoi cambi e Crespi sta facendo bene, ma Iannilli comunque mancherebbe molto.

Quali ritieni siano i maggiori pericoli per il Basket Golfo contro Pavia, sia dal punto di vista del loro gioco, che delle loro individualità?

Faranno una difesa asfissiante, sono comunque lunghi e quindi saranno aggressivi, metteranno le mani addosso, poi con le due sconfitte avranno anche una carica nervosa importante. A livello di singoli, Di Bella non ha bisogno di presentazioni,giocatore fondamentale per loro, per quanto riguarda la fase offensiva segnalerei Mascherpa, giocatore che ha molti punti nelle mani, ma attenzione anche a Manuelli che è uno che non sbaglia mai una scelta. Ma a livello individuale sono tutti molto bravi.

Pare che Iannilli potrebbe non giocare per i problemi fisici che lo affliggono, assenza come abbiamo detto pesante, ma possono la fisicità di esterni come Benedusi e Guaccio, con Spatti e Crespi, quest’ultimo ex che ha ben iniziato il campionato e che vorrà farsi rimpiangere dai tifosi piombinesi, compensare l’eventuale assenza del centro romano?

Sicuramente ci proveranno e anche Spatti, con cui ho giocato un anno a Cecina è un ottimo giocatore e sentendosi maggiormente responsabilizzato dall’assenza di Iannilli, sta facendo buone cose.

Come è stato il tuo impatto con la realtà piombinese?

Mi son trovato bene, ma è veramente difficile potersi trovare male qui a Piombino, sono stato accolto benissimo e poi i ragazzi li conoscevo quasi tutti e questo ha reso tutto ancora più bello e facile. Sono davvero felice di far parte di questa che è davvero una grande famiglia.

Come giudichi questo tuo inizio di campionato e quale è la tua condizione?

Come condizione non sono ancora al 100%,, ma con il lavoro settimanale, col preparatore Frolli e con coach Andreazza, mi sto avvicinando rapidamente al top della forma. Sono comunque contento di queste mie prime due prestazioni, anche se rispetto a quanto fatto finora devo ancora mettere in mostra la mia caratteristica migliore, l’essere un po’ più realizzatore. Comunque sono ancora in una fase dove devo prendere più confidenza con i compagni e quindi migliorare questo importante aspetto.

 Facciamo un passo indietro, cosa non è andato ad Oleggio?

La partita era stata preparata bene e siamo anche partiti bene, poi abbiamo perso palloni, commesso errori difensivi che solitamente non facciamo e quindi fatto fatica, abbiamo provato nel terzo quarto a rientrare arrivando fino a meno 8, ma nel quarto finale la bravura e la grande giornata degli avversari ci ha ammazzato ?

Dopo la mazzata di Oleggio, che Piombino si debbono aspettare i tifosi domenica?

Un Piombino che ha voglia di riscatto, davanti al suo meraviglioso tifo, infatti approfitto per invitare tutti i tifosi a venire a sostenerci, perché loro sono importantissimi per noi. Vedrete un Piombino arrabbiato, ma non frustrato, stiamo lavorando tanto per questo e daremo tutto per prendere assolutamente questi due punti.

Grazie Saverio

Allora dando seguito alla sua richiesta, tutti al palazzo a sostenere i colori gialloblu.

Con Andreazza analizziamo Oleggio
Uno sguardo sulla terza giornata di campionato