Cronache

Resoconto decima giornata

Stefano Stefanini
25.11.2019

Stop della capolista a Lucca, si forma un terzetto al comando, riparte Piombino

Dopo 8 vittorie, a Lucca, arriva il primo stop per Firenze, padroni di casa sospinti da un Genovese in gran giornata, 22 punti, con 3 su 3 da tre, 6 rimbalzi e 4 assist, che, insieme a Banchi, 14 punti, costringe la difesa di Firenze a commettere molti falli, con Lucca che dalla lunetta piazza un 26 su 30 forse decisivo per il match. Non bastano a Firenze un Berti in versione bomber, 25 punti senza praticamente errori e i 27 punti di Poltronieri, che però fa solo 9 su 25 dal campo. Parte forte Lucca, toccando il più 11 nel primo quarto, ma Firenze ribalta, chiudendo avanti 43 a 40 il secondo. Lucca torna davanti nel terzo e arriva sul più 8 ad inizio quarto finale, ma le bombe di Berti e Poltronieri riaprono il match, ospiti a più uno a 2’13’’ dalla sirena, ma Drocker, le palle perse di Firenze e un 4 su 4 di Banchi dalla lunetta chiudono il match.

Omegna batte facilmente Torrenova, pur senza Grande e Scali, dominio nettissimo con Rizzitiello che fa 21 punti, con 4 su 6 da tre e Chiera 18 con 4 su 8, con Di Emidio che fa gli straordinari e distribuisce 10 assist, Per Torrenova si salvano Obinna, 15 punti e 13 rimbalzi, Boffelli 14 punti e D’Andrea 12. Agganciata Firenze in vetta ma Omegna ha giocato 6 volte in casa e Firenze invece 6 fuori.

Si unisce alla coppia di testa anche San Miniato, con la sesta vittoria consecutiva ottenuta battendo Oleggio, ma i pisani debbono ancora effettuare il turno di riposo, già fatto dalle altre due capoliste. Partita senza storia, gli ospiti provano a rimanere agganciati per due quarti, ma poi crollano nel terzo. Per i locali giornata di gloria per le seconde linee, Neri segna 19 punti e Benites ne mette 15 con 3 su 7 da tre e 5 assist.  

Alle spalle del trenino di testa Alba tiene facilmente il passo travolgendo un Montecatini ulteriormente indebolito dalle assenze di Tommei e Zanini. Partita chiusa già nel primo quarto con un secco 29 a 13, brilla l’ex Giorgi con 19 punti e 13 rimbalzi, con Terrenzi che oltre ad assisterlo, 5 gli assist segna 14 punti e prende 8 rimbalzi. Nella prestazione grigia dei termali spiccano i 25 punti di Mercante con 4 su 6 da tre e la doppia doppia di Divac, 13 punti e 11 rimbalzi.

Palermo approfitta delle pesanti assenze di Gay e Gnecchi, in casa Cecina e mette la quinta volando al quinto posto in classifica. Cecina regge generosamente per quasi due quarti, a metà del secondo sale anche sul più 4. Dopo essere andata sotto di 12, prova a ritornare sotto anche nel terzo, ma la rimonta si ferma a meno 6 e gli ospiti poi scappano via con Duranti che segna 29 punti, con 4 su 9 da tre e Minoli e Pollone che segnano e danno assist, 15 e 6 il primo e 10 e 9 il secondo, pochi minuti (13) per il nuovo arrivato Tempestini.

Piombino torna a vincere, battendo una rivale diretta, Empoli, al termine di una gara combattutissima. Successo che rilancia in zona playoff i gialloblu, grande prova di squadra, con in più un super Sodero, 30 punti con 6 su 11 da tre, Procacci, acciaccato ma determinante nel finale, 14 punti per lui con 5 su 5 da tre e Persico e Mazzantini a prendere i rimbalzi (8 a testa) e segnare rispettivamente 15 e 14 punti. Per Empoli segnano17 punti Gaye, 16 Raffaelli e 15 Giarelli.

Riposava Costa D’Orlando ed è stata spostata al 12 dicembre Valsesia Alessandria.

Piombino riassapora il dolce gusto della vittoria
Il video della vittoria su Empoli