Le altre

Gli anticipi: Omegna .... e sette, Varese si rilancia con i giovani

Stefano Stefanini
05.11.2017

Omegna inarrestabile, troppa la differenza di valori fra gli uomini di coach Guzzinardi e quelli di coach Spanu. Pronti via ed è subito 13 a 0, con primo canestro degli ospiti dopo 6’ di gioco, alla fine del primo quarto il divario è già oltre i venti punti, Omegna raggiungerà anche il più 41, chiudendo sul 81 a 43. Nelle fila rossoverdi ancora assenti il trio Simoncelli, Milani e Di Pizzo, ma le prestazioni di Villa, 18 punti , 8 rimbalzi, 3 recuperi e 5 assist, di Fratto 12 punti 8 rimbalzi e 6 assist, del terrore delle difese (come lo chiamavano a Desio) Torgano, 14 punti con 4 su 6 da tre, 6 rimbalzi e 3 assist e con un solidissimo pilastro come Marcelo Dip, 13 punti e 5 rimbalzi, non fanno sentire la loro mancanza, spazio ovviamente anche per i giovanissimi Guala e Ramenghi. Dopo le sette vittorie consecutive, il più 20 su una possibile avversaria, la Fiorentina, resta solo da vedere il confronto con l’altra favoritissima della vigilia, l’Urania, che sarà il 25 novembre a Milano, per capire se sarà una cavalcata solitaria o ci sarà almeno un avversaria a contrastarne lo strapotere. Dominio già previsto in sede di mercato con la formazione di un grandissimo organico, composto da giocatori di categoria superiore, giocatori top per la categoria e giovani di qualità, già più che  pronti per la serie B, come il play Villa (97) e la guardia ala Kevin Brigato (98). Moncalieri  non si deve abbattere per questa sconfitta, ci saranno altre occasioni per confermare la propria crescita.

Un Varese rivoluzionato, batte l’ostica Valsesia, 79 a 64. Molti cambiamenti per coach Vescovi dopo le brutte prestazioni dei suoi in questo avvio di campionato, si parte con il quintetto tradizionale, ma dopo un 7 a 2 in partenza per gli ospiti, il coach varesino da la scossa, dando spazio ai suoi giovani in panchina, entra Edoardo Moretti (98) che con una bomba da il la alla rimonta varesina, spazio anche per l’ala forte Trentini(98) che gioca 16’, Maruca(97) e il play classe 2001, Riccardo Caruso saranno i grandi protagonisti della vittoria, 19 punti a testa, con il primo che gioca 35’ e fa 3 su 6 nelle bombe e il sedicenne che gioca 26’ da incorniciare, con 2 su 2 da tre, 7 falli subiti, 9 su 11 ai liberi, 7 rimbalzi e 2 assist, per un 28 di valutazione. Tanta panchina invece per i senatori, Rosignoli, che dopo i 5’iniziali non entra più e Santambrogio che gioca solo 15’ . Partita che si mantiene a lungo in equilibrio, con vantaggi alterni che non salgono mai alla doppia cifra, Valsesia non riesce a concretizzare un netto dominio ai rimbalzi (35 a 23), con percentuali al tiro pesante e ai liberi basse (26% e 63%), ma nonostante ciò resta agganciata la match fino a 5’ dal termine, quando Sodero, autore di 13 punti, porta i suoi sul meno 4. Da li è Caruso show , bomba e libero aggiuntivo a ricacciare indietro gli avversari, tre rimbalzi , 3 falli subiti e 7 punti negli ultimi 5’ per l’enfant prodige varesino. Nella fila ospiti troppo poco la solita buona prestazione di Magrini, 19 punti , 7 rimbalzi e 2 assist per lui, Varese riaggancia così a quota Valsesia che infila la seconda sconfitta di fila.

Gli highlights gialloblù in Olimpo Basket Alba vs Basket Golfo Piombino
Il Golfo prova l'aggancio alla super Fiorentina