Cronache

Per Omegna ko casalingo in finale contro Milano

Stefano Stefanini
26.05.2019

Omegna perde subito il vantaggio del fattore campo in gara uno di finale contro Milano, perdendo 70 a 77

I piemontesi pagano la supremazia al rimbalzo dei milanesi (44 a 33), la serata no al tiro di Arrigoni e D’Alessandro, 3 su 19 dal campo e i molti errori dai liberi (15 su 24). In una serata dove gli esterni non brillano nel tiro da fuori (22% e 23%), saranno i lunghi di Milano a vincere la sfida, col solo Balanzoni a provare a tenergli testa, il lungo ex Lecco segnerà 25 punti, con 9 su 12 da due e 8 rimbalzi ma non trasformerà adeguatamente i 12 falli subiti, con un 7 su 14 ai liberi. Per contro, Piunti, 17 punti con 11 rimbalzi, concedendosi anche un 2 su 2 da tre, Paleari ne mette 16 con 7 e Eliantonio, 9 con 9. Per Milano vanno in doppia cifra anche Simoncelli, 10 punti e 5 assist, Santolamazza con 11 e Perez con 10.

Milano prende subito in mano la gara, 5 a 0 in partenza e 18 a 6 a metà quarto, colpiscono da fuori Piunti, Eliantonio e Simoncelli e Santolamazza da due, Omegna è solo Balanzoni. Nella secnda parte entrano nel match anche Grande e Cantone e con 3 liberi di quest’ultimo Omegna risale a meno 6 al riposo, 18 a 24. Nel secondo quarto Ghizzinardi aggiusta la difesa, subirà solo 14 punti e con due bombe consecutive di Samoggia, i rossoverdi risalgono a meno 2 e Arrigoni, con i suoi unici 4 punti del match, riporta anche avanti i suoi. Ma dopo questa fiammata, due tecnici riportano avanti Milano e solo grazie a Balanzoni, Omegna rimane in corsa, 36 a 38 al riposo lungo. In avvio di terzo le bombe di Cantone e D’Alessandro rispondono ai canestri di Piunti e si arriva in parità a metà quarto. Nel finale di quarto ci pensa Perez con due centri a portare sul più 3 gli ospiti, 51 a 54. Nel quarto finale dopo il meno uno firmato Grande in avvio, la partita scivola di mano ai padroni di casa, la difesa non tiene più e Milano allunga, più 5 con Piunti , più 7 dopo 4’ con Eliantonio, più 8 dopo 6’ con Perez. Gli ultimi sforzi di Omegna, la vedono tornare più volte a meno 4, con Grande a 2’23’’ dalla sirena, con Balanzoni a 1’40’’ e con una bomba di Grande a 1’10’’, ma dall’altra parte non si sbaglia e Milano va sull’uno a zero. Gara due, sempre a Omegna, si gioca martedì alle ore 21.

GRAZIE A TUTTI PER UN ANNATA MEMORABILE
Orzinuovi prima soffre, poi vince con Cesena