Cronache

Golfo prima vittoria in trasferta

Stefano Stefanini
11.11.2018

Successo brillante, ma sofferto nella prima metà gara, che da morale per i prossimi impegni

Piombino soffre per due quarti la voglia di sbloccarsi dei senesi e la grande prima parte di un Simeoli che danza come Carla Fracci sul piede perno, mettendo in difficoltà i vari marcatori che coach Andreazza alterna su di lui, marcatori che si caricano di falli senza riuscire a fermarlo, segnerà 16 punti nei primi due quarti. Siena, con il lungo in gran serata sembra aver risolto i suoi problemi in fase offensiva, 38 punti nella prima metà sono ben al di sopra della media fin qui registrata. I ragazzi di coach Tozzi difendono forte, mani addosso, anticipi sulle linee di passaggio, che causano molte palle perse dei gialloblu ospiti, ben 9 nei primi due quarti. Piombino non riesce ad imporre la qualità dei suoi lunghi in attacco, con le penetrazioni degli esterni che non trovano quasi mai l’appoggio per il lungo di turno, ma costringono Iardella e Procacci a cercare soluzioni ad alta percentuale di difficoltà. Ma la serata è buona per gli esterni piombinesi, Iardella sta tornando prepotentemente ai suoi migliori livelli, attacca quasi sistematicamente la difesa avversaria, procurandosi molti liberi e distribuisce assist preziosi (4) ai compagni, Procacci dopo un paio di perse quasi consecutive dirige con autorità la squadra e mette a segno anche 16 punti, Pedroni realizza sia dalla distanza che dalla media e nota lieta della serata, rivediamo un gran bel Mazzantini, con la carica e la concentrazione giusta , che non sbaglia niente dal campo segnando 12 punti e  prende anche 8 rimbalzi, trasformando in canestro due importanti rimbalzi offensivi. Nei secondi due quarti i senesi non reggono più la grande intensità offensiva di Piombino, Simeoli cala nettamente e sale in cattedra Persico, che con l’ausilio di Fratto, Bianchi e Mazzantini recupera la supremazia sotto i tabelloni, nel primo quarto ad appannaggio dei locali. Buona anche la prova del giovane Riva che pur soffrendo come gli altri, Simeoli in difesa, segna una bella bomba e regge il campo con buona sicurezza, nel finale spazio anche per Bazzano, mentre per Molteni, coach Andreazza preferisce non rischiarlo, visto che era reduce da una distorsione e non si era allenato negli ultimi giorni.

La cronaca ci dice di un buon avvio di Piombino col 5 a 0 firmato dalla penetrazione di Procacci e dalla bomba di Pedroni, che illudono su un andamento diverso di questa gara, ma con tre palle perse dei gialloblu, tre centri consecutivi di Simeoli e un canestro di Imbrò, Siena ribalta per il suo massimo vantaggio della partita, più 2. Piombino si risveglia e con le bombe di Fratto, Mazzantini e i canestri di Persico e Iardella appena entrato nel finale, chiude il quarto a più 8, sul 25 a 17. Con Persico in avvio il vantaggio tocca il più 10, ma ancora tre perse consecutive, propiziano il recupero senese, con i canestri del suo uomo migliore Olleia e la bomba del neo entrato, il pericolosissimo Bianchi, arrivando fino al meno 3. Iardella e la bomba di Riva ridanno il più 8 al Golfo, la seconda da lontano di Pedroni mantiene a distanza di meno 7 il tentativo di rientro dei padroni di casa a 2’ dal riposo lungo, ma nei secondi finali, una bomba del giovane Stepanovic e il solito Simeoli fissano il meno 2, 38 a 40.  Alla ripresa del gioco una stoppata su Pedroni e il canestro in ripartenza di Pucci danno la parità alla Virtus, ma è il canto del cigno, Persico e Fratto iniziano a comandare, Siena regge fino al meno 2 segnato da Olleia dopo 4’ e poi la bomba di capitan Iardella, i liberi di Persico, il rimbalzo in attacco di Mazzantini e il centro dalla media di Pedroni, danno il più 11 ai gialloblu e il via all’allungo decisivo, la resistenza dei senesi è generosa ma inefficace e il quarto si chiude sul 52 a 65. Nel quarto finale Siena non segna quasi più ed il vantaggio di Piombino sale fino al più 25, il finale sarà 71 a 89 e segna il primo successo esterno dei gialloblu, utilissimo per la classifica e per il morale.

La Sovrana Pulizie Siena - Solbat Basket Golfo Piombino 71-89 (17-25, 21-15, 14-25, 19-24)

La Sovrana Pulizie Siena: Stefano Simeoli 19 (8/13, 0/0), Gianmarco Olleia 13 (5/9, 0/1), Simone Orsini 11 (4/5, 1/3), Gerlando Imbrò 8 (3/3, 0/2), Arsenije Stepanovic 6 (1/2, 1/1), Federico Bianchi 5 (1/4, 1/3), Alessandro Nepi 4 (2/4, 0/1), Alessandro Pucci 2 (1/2, 0/0), Rene’ maurice Ndour 2 (1/4, 0/0), Francesco Gnecchi 1 (0/2, 0/0), Riccardo Falchi 0 (0/0, 0/0), Michel Guilavogui 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 10 / 16 - Rimbalzi: 25 6 + 19 (Stefano Simeoli 5) - Assist: 14 (Stefano SimeoliSimone Orsini 3)

Solbat Basket Golfo Piombino: Alessio Iardella 17 (2/6, 2/2), Alessandro Procacci 16 (4/6, 0/3), Edoardo Persico 15 (5/7, 0/0), Saverio Mazzantini 12 (2/2, 2/2), Francesco Fratto 11 (3/11, 1/1), Edoardo Pedroni 10 (2/3, 2/3), Camillo Bianchi 4 (2/3, 0/3), Alessandro Riva 4 (0/0, 1/2), Yuri Bazzano 0 (0/0, 0/0), Tommaso Molteni 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 25 / 30 - Rimbalzi: 30 5 + 25 (Saverio Mazzantini 8) - Assist: 12 (Alessio Iardella 4)

Golfo a Siena con la faccia giusta
Andreazza: importante era vincere, bravi a non disunirci nelle difficoltà