Cronache

GLI ANTICIPI: Omegna allunga

Stefano Stefanini
20.01.2019

San Miniato generoso ma non basta, Alba fatica ma vince, ottavo posto per Varese

San Miniato tiene orgogliosamente testa a lungo alla capolista Omegna, ma paga caro un breck di 14 a 0 ad inizio secondo quarto, breck che non riuscirà più a colmare. Omegna è senza D’Alessandro e Gueye, ma schiera il nuovo Scali, che disputerà un buon match, segnando 9 punti, San Miniato deve fare a meno di Trentin. Partita molto spigolosa con 52 falli e 63 tiri liberi, dominio dei padroni di casa sotto le plance (31 a 22 i rimbalzi). Dopo un buonissimo primo quarto dove gli uomini di Barsotti riescono a tenere difensivamente, fermando Omegna a 14 punti contro i 16 segnati dai biancorossi, l’avvio di secondo è per loro fatale, una bomba di Grande e aggiuntivo, Samoggia, Bruno e Arrigoni, danno il più 10 ai padroni di casa. San Miniato reagisce, ma torna al massimo a meno 4 con Benites da tre e poi con Lasagni, ma con una bomba di Bruno si va al riposo sul 40 a 33. San Miniato produce il massimo sforzo nella prima metà del terzo e con Mazzucchelli, I liberi ed una bomba di Nasello, torna a meno uno, ma Balanzoni, Samoggia e una bomba di Scali la ricacciano a meno 9 all’ultimo riposo, 60 a 51. Da quel momento Omegna chiude controllando il match, finale 86 a 77, con i rossoverdi che allungano a più 6 il vantaggio sui toscani, per i quali, Preti segna 18 punti, Nasello (4 assist) e Lasagni 14 e Mazzucchelli 13. Nelle fila dei padroni di casa 16 Samoggia, 15 Bruno (nella foto in copertina), con 3 su 7 da tre e 14 con 3 su 4 da tre per Cantone (nella foto).

Siena con l’inserimento di un nuovo, il lungo Federico Casoni, classe 97 da Scauri, prova a spaventare Alba e a tratti ci riesce. Dopo un avvio dove la virtus sembra destinata al solito pesante passivo, più 13 Alba già nel primo quarto sotto la spinta di Antonietti, che segnerà 20 punti nel match, prima rimonta fino al meno 2 al minuto 14, ma le bombe di Coltro e colli ricacciano a meno 10 i padroni di casa, vantaggio che si stabilizza e al riposo lungo si va sul 27 a 36. Siena non molla e Nepi, il migliore dei suoi con 13 punti e 6 assist, da il là ad un'altra rimonta, meno 3 al minuto 26, ma ancora i canestri di Antonietti la ricacciano a meno 8, ancora Siena, i primi punti di casoni e Pucci per il meno 4, ma ancora dalla distanza Colli e Tarditi firmano il più 9 Alba all’ultimo riposo. Nel quarto finale sale in cattedra Dell’Agnello (nella foto), che chiuderà con 18 punti e 4 assist e Alba allunga di nuovo sul più 11, due bombe consecutive di Gnecchi e Olleia riducono di nuovo a meno 5, con ancora 7 minuti da giocare, Siena che poi però sbaglia due volte la bomba del meno 2 (solo 4 su 23 per i toscani nel tiro da tre) e ancora Dell’Agnello la punisce. Finisce 64 a 69 con Alba che conferma così la sua quinta posizione solitaria.

Varese interrompe la sequenza di 4 sconfitte, battendo Empoli 73 a 70. Ancora senza Ferrarese, trova nel classe 2001 Caruso (nella foto) il degno sostituto, protagonista principalmente nella seconda parte del match, segnerà 18 con 4 su 4 da tre e con la bomba decisiva. Partenza sprint di Varese con Planezio one man show, grazie ai suoi 15 punti nel primo quarto (3 su 4 da due e 3 su 3 da tre), con gli assist di Passerini e Mercante (5 a testa) Varese vola sul più 17, 22 a 5. Empoli non riesce mai ad attaccare il pitturato dei lombardi (32% da due) e dirotta sul tiro dalla distanza. Dopo un primo quarto chiuso sotto 24 a 11, nel secondo con le bombe di Sesoldi (2 su 2) e Giannini (4 su 7 e 14 punti nel match), torna fino a meno 7, ma chiude il quarto ancora sotto 9, 41 a 32. La difesa varesini continua a dare molto spazio sul perimetro agli empolesi, che trovano canestri dalla distanza con Giannini e Raffaelli, piazzati con Stefanini e Giarelli e tornano fino ameno 2 a metà quarto. Varese con Rosignoli e Ivanaj trova preziose giocate da sotto e torna a più 8, una bomba empolese di Antonini fissa il meno 5 all’ultimo riposo. In inizio quarto ancora da lontano stavolta con Corbinelli (3 bombe nel quarto), Empoli torna in parità e con lo stesso giocatore va sul più 2 a metà parziale. Equilibrio fino alla fine, a 41’’ dalla fine Caruso segna la bomba decisiva e negli ultimi secondi, Planezio autore di 28 punti più 11 rimbalzi chiude il match. Non basta agli empolesi un buonissimo 44% da tre e la supremazia ai rimbalzi (34 a 27) per portare a casa il match, Varese insolitamente conquista la vittoria nel pitturato avversario, dove incide molto di più degli ospiti (67%) e sale così all’ottavo posto.

Per il Basket Golfo adesso è caccia grossa
Intervista a Alessio Iardella dopo la vittoria su Oleggio