Cronache

Fiorentina stacca il biglietto per la finale

Stefano Stefanini
23.05.2018

Un Valsesia già corto, paga l'assenza pesantissima di Gatti, ma può comunque festeggiare un annata memorabile

Le squadre partono con una defezione per parte in quintetto, Gatti arrivato con le stampelle ed inutilizzabile per Valsesia e Berti, reduce da una distorsione in gara quattro per i viola. Nei primi minuti la Fiorentina soffre il lungo avversario Mirko Gloria, che segnerà 8 punti e Sodero che prova a rispondere alle bombe di Genovese, , un Genovese ritrovato che fa 3 su 3 da tre e 2 su 2 ai liberi, i viola dominano ai rimbalzi (13 a 6). Valsesia regge la distanza fino al meno 5 a 2’14’’ dal termine, ma nel finale prende un parziale di 10 a 1, con un Ondo Mengue devastante in transizione e si va al riposo sul 32 a 19. Nel secondo quarto, nonostante il vantaggio coach Niccolai decide di rischiare Berti, il capitano, pur in evidente difficoltà negli spostamenti, prende due importanti rimbalzi in attacco e riesce comunque a dirigere il gioco, ma Genovese stavolta fa 0 su 3 da tre, Valsesia difende meglio e in attacco, con Farabegoli che prova a fare il Gatti, 11 punti e 4 rimbalzi a metà gara,  segna con buona frequenza e si riavvicina fino a meno 4 a 1’ e 51’’ dal riposo lungo, ma i liberi di Genovese, i canestri di Mazzucchelli, che fulmina la difesa ospite in penetrazione, di Banti quasi dalla linea da tre e di Lucarelli, che all’ultimo secondo in transizione piazza la bomba del 47 a 34, affondano gli ospiti. Il dominio della Fiorentina non viene quasi mai intaccato anche nel terzo quarto, nel quale dopo i due liberi per il meno 11 di Farabegoli, con Lucarelli, ottima partita la sua con 14 punti e 8 rimbalzi, Mazzucchelli, 11 punti nel match e 2 su 3 da tre e Grande, 8 punti e altrettanti assist,  i viola volano a più 19, l’ultimo sussulto di Valsesia arriva con due bombe consecutive di Quartuccio e Magrini, ma i nero arancio non riescono mai più a scendere sotto la soglia del meno 13. Nel quarto finale Genovese trova importanti canestri da due che ricacciano lontano i piemontesi, l’ala ex Piombino , chiuderà con 20 punti, Magrini, infallibile dalla lunetta (14 su 14) è l’ultimo ad arrendersi per gli ospiti, finirà con 19 punti e 6 assist, Farabegoli ne mette 18 con 9 rimbalzi, Gloria dopo il buon avvio chiude con 14. La Fiorentina raggiunge in finale Cento, a cui renderà visita per gara uno domenica prossima alle 20.30.

Nuova Solmine cresce e scommette sul business internazionale - il nostro main sponsor
La Pielle pareggia la serie con la Virtus Siena