Cronache

LE ALTRE: Tutto secondo pronostico

Stefano Stefanini
13.05.2019

Vincono tutte le favorite, faticano Omegna e Orzinuovi, delude la Fiorentina a Milano

Nell’altra semifinale del girone di Piombino, Orzinuovi batte Vigevano per 71 a 60. I padroni di casa conducono per tutta la gara, ma senza mai riuscire ad ammazzarla, lo strappo decisivo arriva solo negli ultimi 6’. Vigevano resiste orgogliosamente, ma soffre la superiorità dei bresciani sotto i tabelloni (44 a 34) e lascia ogni speranza di vittoria dalla lunetta dove Orzinuovi è glaciale, 22 su24, mentre la mano dei vigevanesi trema un po’, solo 17 su 27. Come in gara tre, l’uomo più esperto di Vigevano Benzoni, è anche il migliore, con 13 punti segnati, unico in doppia cifra. Orzinuovi mette invece in mostra i suoi giovani talenti, Galmarini segnerà 18 punti (con 7 rimbalzi), Timperi15 e Tommaso Bianchi 14. Nel primo quarto Orzi sale in avvio a più 7, con i canestri di Varaschin, Galmarini e Turel, gli ospiti impattano con quelli di Benzoni dopo 4’, ancora Turel porta i suoi a più 7, ma si chiude il quarto sul 17 a 13. Una schiacciata di Timperi dà il più 8 nel secondo, ma le bombe di Vecerina e Benzoni ricuciono, per il meno 2, nel finale di quarto dalla lunetta Orzinuovi si riporta sul più 6. Che con Galmarini, diventa più 10 ad inizio terzo, ma con un 10 a 0 in 3’ è di nuovo parità, ma con Galmarini protagonista assoluto del quarto Orzinuovi risale e chiude avanti di 8. La bomba del più 11 di Tassinari in avvio, sembra chiudere il match, ma Petrosino riporta Vigevano a meno 3 a 5’30’’ dalla sirena. Finiscono qui però le forze degli ospiti, che nei minuti finali subiscono un parziale di 16 a 7.

Nel girone A, nell’anticipo di sabato, Omegna vince secondo pronostico contro Faenza. In avvio Faenza non schiera Venucci, alle prese con un piccolo problema fisico, Omegna parte forte con l’accoppiata Balanzoni, Arrigoni, che produce un più 9 nel primo quarto, che si chiude sul 20 a 16 per i locali. Con Venucci in campo, seppur non nelle condizioni migliori, Faenza pare trarne beneficio, tornando vicinissima a Omegna e sprecando qualcosa di troppo in alcune ripartenze sul 24 a 21, ma Balanzoni è incontenibile e Omegna va sul più 10, il lungo chiuderà i primi due quarti con 12 punti. Nel finale di quarto, Zampa da tre e un due più uno di Petrucci riavvicinano Faenza a meno 6. In avvio di terzo, nuovo allungo di Omegna, Balanzoni e bomba di Scali, quarto in controllo per i padroni di casa, che nel finale toccano anche il più 13. A 5’ dal termine Omegna è ancora avanti di 12, ma Venucci ritrova la via del canestro e Faenza torna a meno 3 a 1’58’’ dalla fine. Nei momenti decisivi del match è Grande, eletto a miglior giocatore della serie B, a prendere per mano i suoi e con i suoi canestri a dargli la vittoria per 69 a 61.

Grande Milano, o piccola Fiorentina, il risultato non cambia, la formazione lombarda domina gara uno contro i viola. Cancellati sotto i tabelloni dal trio Piunti (12 punti e 11 rimbalzi), Eliantonio e Paleari (9 e 10 rimbalzi), per un 44 a 36 con 14 rimbalzi offensivi, gli uomini di coach Niccolai non trovano soluzioni, dalla distanza tireranno con un misero 18%, l’unico a trovare la via del canestro è Genovese, che segnerà 23 punti senza nemmeno una bomba. Per Milano, Perez costruisce con 8 assist, Simoncelli e Negri finalizzano, con 17 e 14 punti. La Fiorentina resta in partita solo per un quarto, finito 22 a 17, dopo 13 minuti è già sopra la doppia cifra di svantaggio e non scenderà più sotto per tutto il match. Dopo il meno 10 di inizio terzo quarto tracolla andando anche sotto di 22 punti e Milano porta facilmente a casa la gara, col punteggio finale di 80 a 66.

 

Il video di gara uno contro Cesena
Gli highlights dei gialloblu in Basket Golfo vs Cesena gara 1