Approfondimenti

Andreazza e Persico suonano la carica in vista dell'anticipo di domani a Varese

Daniele Perini
19.01.2018

Il Basket Golfo Piombino si risveglia dopo una settimana di gloria in cui l'ambiente si è goduto la grande vittoria ai danni degli storici rivali del Basket Cecina. Chi non ha avuto modo di adagiarsi troppo sugli onori post-vittoria del derby è stato proprio il gruppo. I ragazzi infatti sono stati, come sempre, a lavoro da martedì per preparare un'altra trasferta. Questa volta si parte in direzione Varese per sfidare la Robur et Fides nel suo fortino. L'impianto casalingo della squadra lombarda infatti ha visto uscire sconfitti i loro beniamini solo tre volte nelle otto partite che ha ospitato fin qui in questo campionato. Match previsto per le 19:00 di domani e valido per il 18^ turno di campionato.

Coach Marco Andreazza ha presentato l'impegno per noi e ha marcato l'importanza di passare da una vittoria in esterna per lanciarci alla meglio verso un girone di ritorno ricco di insidie:

“Partita che, come ho detto alla squadra, per noi è fondamentale. Tra il serio ed il faceto, in settimana, ho caricato i ragazzi paragonando questo impegno ad una finale di Champions League dove non si può perdere per non rischiare di cancellare quanto fatto di buono. Prima di tutto è veramente importante per i due punti in palio. Mancherebbe comunque una giornata in meno e, anche se ne mancano ancora troppe per questi discorsi, metteremmo 10 punti più lo scontro diretto tra noi ed il gruppo playout. In più sarebbe un’accelerata per arrivare alle qualificazioni per i playoff. Il secondo punto per cui sarebbe importante una vittoria adesso è che, nel nostro percorso di crescita, ci siamo sempre risollevati dopo brutte sconfitte, vedi Pavia, ma adesso è il momento di andare a capitalizzare il lavoro fatto e l’entusiasmo che ti dà una vittoria importante come quella del derby, passando da un’altra vittoria su un campo difficile come quello di Varese. La Robur infatti ha guadagnato 10 dei 12 punti proprio in casa e sta dimostrando di non essere la squadra soft di inizio campionato; con gli innesti di Rossi e di Mercanti sono molto più solidi e sicuramente sarà una partita difficilissima. Da parte nostra, noi vogliamo approcciare in maniera diversa dal modo in cui abbiamo iniziato le partite con Pavia, Milano ed Omegna per poi essere bravi fino al quarantesimo per portarla via.”

Questa settimana a presentare il prossimo impegno ci ha pensato anche uno dei generali in campo di questa squadra. Edoardo Persico infatti, dopo un'altra grandiosa prestazione casalinga (11 punti e 17 rimbalzi contro Cecina), si è espresso così in merito della gara di anticipo della XVIII giornata che dovranno i gialloblù:

“Quella di sabato sarà una partita difficile aldilà di quello che indica la classifica. Noi stiamo facendo dei brutti inizi in trasferta, tuttavia in una gara, come questa, più abbordabile rispetto alle ultime che abbiamo affrontato, non abbiamo alibi per non mordere da subito la partita e provare a guadagnarsi una vittoria.
È una squadra che gioca una pallacanestro difficile. In difesa usano molto la zona che ci renderà tutto più difficile e in attacco correranno molto e si prenderanno subito molti tiri in transizione e fuori dagli schemi. Noi ci dovremo accoppiare subito dai primi secondi delle loro azioni.
Ci hanno saputo mettere in difficoltà anche al Palatenda e, a maggior ragione, noi dobbiamo andare seri e a muso duro per onorare l’incontro e strappare due punti che sono alla nostra portata per non vanificare quanto di buon fatto fin ad adesso. L’errore più grande che possiamo commettere è sottovalutarli basandosi sulla classifica.
Perdere non ci costerebbe poco, in questo periodo abbiamo un mini calendario di incontri più semplice e, ribadisco, dobbiamo sfruttarlo al meglio. Con la stessa concentrazione, la stessa testa del girone di andata dobbiamo massimizzare ciò che mettiamo in gioco.  
Noi in questo campionato abbiamo sempre fatto partite belle dopo le sconfitte, adesso che veniamo da una vittoria dobbiamo, a maggior ragione, tirare fuori la stessa intensità e la stessa rabbia per dimostrare che siamo sempre capaci di giocare con la giusta determinazione.”

Presentazione 18^ giornata: I big match Pavia Fiorentina e Valsesia Montecatini
3 Secondi - numero VII