Approfondimenti

Le parole di Andreazza prima di Valsesia, oggi alle 18 al Pala Loro Piana

Daniele Perini
04.02.2018

La scelta per questa settimana è stata di partire di sabato per essere lì un giorno prima della partita. Pedroni ha recuperato ed ad oggi è abile e arruolato.

Partita importante, partita dura, bella da preparare e da vivere. Importante perché è una partita che in caso di vittoria ci permetterebbe di rimanere alti in classifica e avvicinarci ulteriormente al sogno playoff. Partita dura perché loro sono una squadra forte, ben allenata ed hanno dinamiche ben precise con gerarchie molto chiare rifinite dai giovanotti che hanno pochi minuti. Dalla panchina infatti Valsesia conta su giovani molto buoni che sono sempre pronti a rispondere presente in ogni occasione in cui gli e richiesto di fare bene. Ragazzi che sanno stare all’interno del loro sistema, si mettono al servizio sia offensivo che difensivo del loro gioco e si completano con i loro compagni più esperti. Per cui è una Valsesia con degli equilibri molto ben chiari e un allenatore serio che prepara molto bene le partite. I loro punti forza quindi stanno nel quintetto con giocatori tipo Quartuccio, Soderò, Magrini, Gloria e Gatti che sanno fare molto bene. 

Sfida interessante perché in casa abbiamo perso e abbiamo trovando una brutta partita che vogliamo sicuramente riscattare. Abbiamo lavorato durante la settimana rivedendo il match dell’andata e rivedendo anche le loro ultime partite per farci trovare pronti e non farci sorprendere. Nel match casalingo abbiamo lasciato a loro il controllo della partita ma siamo stati in grado, a due minuti e mezzo dalla fine, di avere tre volte la palla del sorpasso anche se poi non si è mai concretizzato. Alla fine vinsero con merito di 8 punti ma io, il mio staff ed i miei giocatori vogliamo provare a rifarci. 

Gli anticipi: Tremano tutte le grandi, ma cade solo la Fiorentina
3 Secondi - numero VII