Cronache

Il Golfo torna a vincere in trasferta contro una tosta Libertas

Daniele Perini
20.02.2018

Basket Golfo Piombino che in questo martedì torna ad allenarsi dopo la terza vittoria consecutiva, in trasferta a Livorno. Una partita difficile che, fortunatamente, è stata archiviata in cambio di due punti che regalano un quarto posto in solitaria. Montecatini infatti, con cui condividevamo il piazzamento, ha ceduto alla potenza di Omegna nell’anticipo di sabato e adesso trova la Sangiorgese - che a sua volta ha scavalcato Borgosesia al quinto posto nello scontro diretto - in casa mentre Piombino torna dentro il Palatenda per provare a fermare la stessa Paffoni.

Persico e Iardella si sono espressi molto decisi a voler lavorare bene per provare a fare l’impresa davanti al pubblico di casa. Lo hanno detto dall’immediato dopo partita di domenica scorsa e l’occasione di poter mettere in difficoltà la regina del campionato in uno dei quattro impianti più imbattuti del girone (al pari con Milano ad una sconfitta e dietro solo ad Omegna Fiorentina che in casa non hanno mai perso), si fa concreta con il Palatenda pronto a sostenere la causa gialloblù. Nessuno però si sofferma troppo sulla classifica e continua a tenere alto il livello di attenzione verso tutti gli impegni che separano il Golfo dal termine della stagione regolare.

La strada fino a qui percorsa è tanta e il recupero e la preparazione dell’impegni che si stanno susseguendo sono gli obiettivi dello staff e dei giocatori, di settimana in settimana. Adesso il Golfo entra nella parte fondamentale della stagione e tutti sono chiamati alla massima attenzione per valorizzare quanto di buono fatto fin qui.

La cronaca della partita:

Domenica pomeriggio stranissima in un Palamacchia di Livorno visibilmente segnato dall’andamento in campionato della Libertas. “Gli sbandati”, i tifosi della Libertas, non si vedono più da quando sono in contestazione con la società mentre la Marea Gialloblù era al seguito della squadra di coach Andreazza.

Inizio con difese molto arrendevoli nel primo quarto della partita valida per il 23° turno di campionato. Persico schiaccia i primi due punti e poi inizia un botta e risposta con Chiacig e Soloperto. Piombino non è brillante e in difesa soffre oltremodo la prepotenza fisica dei due lunghi labronici. Procacci da tre tiene in ritmo il Golfo e risponde al primo canestro fuori dal pitturato della gara, targato Mastrangelo.
Il primo quarto però non passa mai al controllo degli ospiti che, anzi, chiudono i primi 10 minuti in svantaggio nonostante i 5 punti di Fontana, a metà frazione, sembravano averli lanciati ad un buon break.
I livornesi però chiudono le vie del canestro per due minuti e, prima in azione con Varotta, poi con tre tiri liberi segnati su quattro, chiudono sul 19-18.

La seconda frazione inizia un altro giro in lunetta degli uomini di Pardini che chiuderanno con 26 tentativi dalla linea della carità contro i 6 piombinesi. Procacci però pareggia e sorpassa nel risultato, Chiacig risponde ma Piombino si impone con una serie di triple ad opera di Bianchi, Fontana ed ancora Bianchi che mette in difficoltà la Libertas. Il Golfo quindi si trova a guidare di 5 punti mentre le squadre smettono di spingere e i ritmi iniziano a tornare quelli dettati dai padroni di casa in una partita molto confusionaria che all’intervallo racconta un 32-37.

Persico, Iardella e Malbasa mettono il turbo a inizio ripresa e Piombino sembra aver troncato l’inerzia della partita quando si ritrova a +13 dopo i primi 4 minuti del terzo quarto. L’attenzione riservata agli esterni livornesi nel primo tempo da parte della difesa ospite cala complice anche la stanchezza e Giampaoli e Mastrangelo rimettono in piedi la partita in soli 3 minuti. Prima del trentesimo minuto la guardia numero 55 dei padroni di casa segna il canestro del -3.

Le due squadre iniziano gli ultimi dieci minuti di gara sul 53-56 e Piombino sembra subire il colpo della rimonta avversaria. Giorgi, che per la Libertas dà respiro al tandem di lunghi esperti partendo dalla panchina, prova a far valere anche il suo fisico e impacia il punteggio sul 58-58. Fontana e Iardella con una tripla da record rilanciano il Golfo; tornano a segnare anche i lunghi piombinesi con Persico e Malbasa che creano il vantaggio che permette a Piombino di iniziare a gestire il tempo sul tabellone.  Nel finale Piombino allunga sul +9 con un’altra tripla di Iarde ma Bastoni chiude la partita con due liberi che valgono il 71-78 finale.


Il commento di coach Andreazza sulla partita di domenica:

“Sinceramente la partita di domenica era una partita con molte incognite perché quando guardi la classifica e vedi una squadra a 0 punti, per tutti è scontato vincere, stare sopra 40 minuti e non sbagliare niente. Non è così però e, anche dopo aver parlato con i loro giocatori, Livorno è una squadra discreta nei primi sette o otto membri del roster, una squadra sicuramente da serie B. Ha degli evidenti problemi, che non sta a me provare ad indicarli ma è una squadra che, soprattutto in casa, nel ritorno se l’è giocata con tutti. Poco più di due settimane fa anche Empoli, come noi, è venuta a vincere ma solo negli ultimi minuti. In queste partite si sa che abbiamo tutto da perdere perché la palla pesa di più e regge pur sempre una legge non scritta della pallacanestro che dice che se ti rilassi per un grande vantaggio, gli avversari inizierano a non sbagliare più e si rifaranno sotto.
Tecnicamente tutte le volte che siamo riusciti ad accelerare siamo partiti e abbiamo allungato, ma con lunghi come Soloperto e Chiacig, diventa difficile andare a prendere tanti rimbalzi da cui ripartire e reimpostare il gioco. Sapevamo che avrebbero potuto stroncarci con il gioco dei loro esterni oltre che con la forza in area e siamo stati bravi su Giampaoli, ma meno su Mastrangelo nel finale. Anche a costo di subire qualcosa in più in area, volevamo fare attenzione agli esterni. E comunque, giocare bene contro Soloperto e Chiacig e la loro esperienza era molto difficile e i complimenti vanno ai miei ragazzi che hanno portato a casa i due punti su un campo non facile.
Una partita che ci consente di essere quarti e, comunque vada con Omegna al Palatenda, saremo quarti anche domenica sera. Questo credo sia un buon risultato proprio perché se ci avessero detto a inizio stagione che a 6 giornate dalla saremmo stati a giocarci uno dei primi quattro posti, non ci avremmo creduto. La classifica però non ci deve fare gola, dietro è molto corta e conteranno molto anche le situazioni di differenza canestri. Questa vittoria ci deve indirizzare solo ad un’altra settimana di lavoro e di preparazione per arrivare pronti anche alla prossima sfida.”


Il tabellino:

Libertas Livorno 71-78 Solbat Basket Golfo Piombino
19-18, 13-19, 21-19, 18-22

Libertas Livorno: Daniele Mastrangelo 22 (7/12, 1/3), Mattia Soloperto 19 (5/10, 0/0), Roberto Chiacig 14 (5/9, 1/4), Fabio Bastoni 5 (1/2, 0/0), Gianluca Giorgi 5 (2/4, 0/2), Andrea Giampaoli 3 (0/3, 1/7), Giuseppe Varotta3 (1/3, 0/1), Vincent Okon 0 (0/1, 0/1), Vladimir Vukoja 0 (0/0, 0/0), Alessandro Ciampaglia 0 (0/0, 0/0), Lorenzo Mangoni 0 (0/0, 0/0), Marco Brunelli 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 20 / 26 - Rimbalzi: 38 11 + 27 (Mattia Soloperto 13) - Assist: 11 (Daniele MastrangeloRoberto ChiacigAndrea GiampaoliGiuseppe Varotta 2)

Solbat Basket Golfo Piombino: Edoardo Persico 16 (8/10, 0/0), Alessandro Procacci 13 (5/7, 1/2), Alessio Iardella 13 (2/4, 2/5), Edoardo Fontana 12 (3/5, 2/5), Dorde Malbasa 12 (6/9, 0/1), Camillo Bianchi 10 (1/3, 2/4), Riccardo Crespi 2 (1/3, 0/0), Edoardo Pedroni 0 (0/2, 0/4), Giacomo Guerrieri 0 (0/0, 0/1), Yuri Bazzano 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 5 / 6 - Rimbalzi: 22 2 + 20 (Edoardo FontanaRiccardo Crespi 4) - Assist: 20 (Alessandro Procacci 8)

3 Secondi - numero XIV
Obiettivo quarto posto