Interviste

"Tensione positiva" in casa Golfo , le parole di coach Andreazza

Intervista al coach piombinese prima dell'importante match con Pavia

Stefano Stefanini
30.09.2017

 

In precampionato abbiamo visto la squadra alternare picchi di rendimento , in positivo ed in negativo, a volte anche nell’arco di una stessa partita, quale è la tua chiave di lettura?

“In precampionato queste sono cose abbastanza normali, perché ci sono molte problematiche. Giocatori che arrivano in forma prima, altri dopo, giocatori che hanno bisogno di più minuti, quindi di una maggior quantità di lavoro, altri che devono lavorare invece più sulla qualità, se a questo aggiungiamo che siamo una squadra molto rinnovata è normale che possa avere rendimenti alterni. Certo ora che inizia il campionato, dovremo cercare di tamponare, con l' esperienza, con la tattica e con sempre maggior conoscenza reciproca, i momenti negativi che inevitabilmente possono arrivare.”

Quale squadra si aspetta di vedere in campo coach Andreazza?

“Noi non possiamo assolutamente prescindere dall'aspetto difensivo, perché la squadra è stata costruita tenendo conto principalmente di questa caratteristica e sotto questo aspetto la squadra dovrà avere un impatto importante nel campionato. Poi tutto quello che potrà venire a livello offensivo lo dovremo costruire con il lavoro sui singoli, con la crescita dei giovani, visto che per alcuni sono le prime vere esperienze nei campionati senior e dovrà essere una crescita continua ed esponenziale. Quindi mi aspetto una squadra che avrà già dei punti di riferimento precisi, ma anche grandi margini di miglioramento.”

Come vedi l’affrontare Pavia, una delle favorite, subito alla prima giornata?

“Sicuramente Pavia è una squadra che può lottare per i primi quattro posti, almeno sulla carta, per come è  stata costruita e per il suo coach che è una vecchia volpe della categoria. Sicuramente mi aspetto una Pavia coriacea con pochi fronzoli, anche se ha molti giocatori di talento e non il solo Di Bella. Hanno allestito un roster ottimo con un quintetto di livello per la categoria e anche dalla panchina si possono alzare giocatori esperti e bravi come Manuelli e Samoggia e alcuni giovani interessanti. Conoscendo il modo di allenare del loro coach saranno pronti, forse non al cento per cento, ma sicuramente già ad un ottimo livello. Prima o poi si devono incontrare tutte, sembra una risposta banale, ma è così. Certo, c’è la curiosità di vedere le squadre con i due punti in palio campo, perché in precampionato ci sono squadra che affrontano amichevoli e avversarie più soft, altre che come noi hanno affrontato avversarie dure, in un clima già da campionato, le ultime quattro partite sono state partite vere di quelle col coltello fra i denti e quindi noi sotto quest’aspetto, il temperamento, siamo pronti alla battaglia. Per assurdo per noi può essere un vantaggio partire contro una squadra forte, perché il valore dell’avversario impone la massima concentrazione. Comunque il nostro obiettivo è sulle trenta partite e son convinto che questa squadra qua, se non perde fiducia nei propri mezzi e continuerà a lavorare come ha fatto fino ad oggi si leverà grandi soddisfazioni.”

Quali sono le tue sensazioni alla vigilia dell’esordio in campionato ?

“E’ sempre un mix di emozioni e sensazioni , nonostante questo sia il mio ventiduesimo anno da allenatore, sicuramente c’è un ansia, anzi meglio, una tensione positiva e la curiosità di vedere cosa potranno fare i miei ragazzi in questo campionato.”

Cosa dirai alla squadra prima della partita?

"Di stare tranquilli, di giocare insieme, che qualunque cosa succeda rimangano insieme, di aiutarsi quando sono in difficoltà e di divertirsi, perché ad inizio campionato è la cosa che più può alleviare la tensione."

I tifosi attendono con ansia questo debutto, ci sarà un gran pubblico contro Pavia, siete pronti?

"Fin dal primo giorno in spogliatoio ho detto ai ragazzi di integrarsi in questa realtà, con la gente, con i tifosi, perché siamo in una città che vive in modo molto passionale questo sport e noi dobbiamo esser pronti per accattivarci la loro simpatia, sudando ogni giorno, dando tutto per la maglia e meritarci così il sostegno di questa grande tifoseria."

 

 

 

Presentazione prima giornata
Gli anticipi del sabato