Le altre

Omegna a punteggio pieno, Montecatini e Fiorentina inseguono

Stefano Stefanini
29.10.2017

Omegna domina sul campo di una derelitta Libertas,41 a 67 il finale, con gli ospiti che conducono fin dai primi minuti, con i labronici che si tengono in qualche modo aggrappati al match fino ai primi minuti del terzo quarto, dove dopo aver raggiunto il meno 9 vengono travolti da Omegna, che dilaga grazie alla enorme superiorità ai rimbalzi, 55 a 35 e nonostante le polveri bagnate dalla distanza (8% 2 su 26)  e col tiro dalla media e da sotto, dove fa segnare un 66%, contro il 28% di Livorno, che fa malissimo anche da tre, con un misero 23%. Serata nera per il bomber Giampaoli che fa 1 su 10 dal campo e per Lasagni che fa 3 su 17, si salvano, al tiro il solo Mastrangelo con 13 punti e Giorgi con 10 e 7 rimbalzi. Il neo arrivato, il lungo  Ciampagli debutta con 5 punti e 2 rimbalzi in 13’. Nelle fila di Omegna da registrare il rientro di Torgano e le buone prestazioni di Arrigoni, 18 punti, 5 rimbalzi e 3 assist, Fratto 16 rimbalzi e Dip 11 punti e 8 rimbalzi. Omegna continua a punteggio pieno e Livorno resta a zero.

La Fiorentina vince largo contro Empoli, 96 a 76, ma soffre a lungo contro un Empoli mai domo. In un incontro che non esalta le doti difensive delle due squadre, ovviamente prevale la squadra col maggior tasso tecnico. Empoli regge comunque a lungo, vincendo il primo quarto 21 a 27, e rimanendo agganciato al match fino ad inizio quarto finale, iniziato sul meno 3, ma con i canestri di Genovese, che chiuderà con 25 punti e Grande, saranno 22 per lui, i viola allungano e vincono l’incontro. Con i 22 punti di Lucarelli,fanno 69 punti in tre giocatori, il 72% dei punti segnati dalla Fiorentina, con Berti a preparare il terreno con 7 assist. Nell’Empoli sempre troppo solo Giarelli segnerà 16 punti, ma la sua prestazione è macchiata da 8 delle 18 palle perse degli uomini di coach Bassi. La Fiorentina si insedia al secondo posto con 8 punti Empoli alla terza sconfitta consecutiva rimane a quota 4.

La sorpresa di giornata arriva da San Giorgio, dove l’ultima in classifica, la PMS Moncalieri, vince 82 a 89 dopo un overtime, raccogliendo i suoi primi due punti in classifica. Decisivo il tiro dalla distanza, dove brillano i piemontesi con un 13 su 30 (43%) con un Ianuale in grandissima serata, segnerà 24 punti, con 6 su 7 nelle bombe e prenderà anche 9 rimbalzi, saranno i suoi canestri e quelli di da Ros, 16 punti e 4 assist a decidere l’incontro nei minuti finali dell’overtime. Serata a fari spenti invece per i tiratori di casa, Bianchi nonostante i 19 punti a referto , dalla distanza fa segnare un 2 su 10, Falconi 18 punti , registra uno 0 su 6 e Tassinari 12 punti un 2 su 9. L’incontro è sempre stato in equilibrio, massimo vantaggio ospiti , più 8 a inizio secondo quarto e per i padroni di casa più 7 ad inizio quarto finale. La sangiorgese con la seconda sconfitta consecutiva rimane ferma a quota 4 in classifica.

A Montecatini i termali battono 75 a 63 un Alba che fino a metà gara aveva cullato il sogno dei primi due punti in classifica. Infatti trascinati da un Boffelli in grande serata,  che chiuderà con 24 punti, i piemontesi vanno al riposo lungo sul più 9, 28 a 37, con il massimo vantaggio che aveva toccato anche il più 12. Le bombe di Petrucci richiudono lo strappo , ma gli uomini di coach Jacomuzzi, non mollano e sul filo dell’equilibrio si arriva a 4’ dal termine con gli ospiti ancora avanti di 3 punti, Galmarini dalla lunetta riporta i suoi sul più 2 e infine due bombe di Artioli e una di Centanni scavano il solco definitivo, i due saranno fra i migliori di Montecatini, la guardia ex Livorno segnerà 19 punti con 9 rimbalzi, il secondo 13 punti con 3 assist, bene anche Petrucci 14 punti e 10 rimbalzi, Galmarini 13 punti e 13 rimbalzi e capitan Meini con 10 assist. Dominio nettissimo degli uomini di Campanella ai rimbalzi, 49 a 33. Montecatini sale a quota 8 in classifica, Alba resta ancora al palo a quota zero.

Piombino fa un passo indietro, la difesa stavolta non regge come deve e Magrini imperversa segnando 23 punti, con Gatti e Sodero che la colpiscono dalla distanza( 3 su 6 e 2 su 4) e l’attacco gialloblu tira con percentuali molto basse, 40% da due e 29% da tre, risultato 65 a 73, con Valsesia che raggiunge Piombino a quota sei in classifica.

Parte domenica 28 sul difficile campo di Rosignano il campionato regionale U13
Il video della partita con Valsesia