Cronache

Le altre: Omegna sola al comando

Stefano Stefanini
06.01.2020

Inarrestabile la capolista che batte e distacca San Miniato, risorge Montecatini

La decima vittoria consecutiva arriva netta e secondo pronostico per Omegna. Piemontesi che recuperano Grande, subito decisivo, con 18 punti e 4 assist per l’accoppiata Balanzoni, Rizzitiello, che ne realizzano 16 a testa con 10 e 7 rimbalzi. San Miniato paga l’assenza del suo miglior realizzatore Caversazio e prova con la solita grinta a mettere un granellino negli ingranaggi di Omegna, che un po’ la soffre, vedi le 19 palle perse, ma col dominio ai rimbalzi (41 a 34) e con i tiri dalla lunetta che San Miniato le concede (24 su 29), fa la differenza. San Miniato sbaglia moltissimo dalla distanza (5 su 31), dove il solo Tozzi trova la retina con buona percentuale, l’ex Castelfiorentino sarà il migliore dei suoi, con 17 punti (3 su 5 da tre) e 6 rimbalzi. I toscani restano in partita solo per 15’, poi Di Emidio con due bombe scava il solco che non verrà più chiuso. Omegna va in fuga solitaria in vetta alla classifica, con una sola sconfitta nel girone di andata.

Firenze contro Valsesia si può permettere anche di sprecare l’inverosimile dalla distanza, con 8 su 38 (21%), grazie al dominio assoluto nei rimbalzi (45 a 34), con 21 offensivi, che permettono di convertire gli errori di Passoni (3 su 15), che nonostante ciò fa una partita super, 16 punti con 7 rimbalzi, 7 recuperate e 5 assist, di Poltronieri (1 su 9) e Berti (1 su 6). Il grande protagonista è un super Filippi, con 15 rimbalzi di cui 10 offensivi e 21 punti realizzati con 8 su 11 da due. Partita dominata dai toscani che nel terzo quarto sembrano chiuderla definitivamente, ma nel finale di gara rischiano, con Valsesia che, con i canestri di Ingrosso 18 punti per lui e Petracca, con 15, mette paura ai toscani, arrivando fino a meno 4 nei secondi finali. Firenze aggancia così San Miniato sul secondo gradino del podio.

Palermo fatica a lungo, ma riesce ad aver ragione di Oleggio. Palermo comanda per tutto il match, è superiore sotto le plance, 47 a 31 i rimbalzi, ma non riesce mai ad uccidere la partita, mai oltre il più 11 e nei secondi finali rischia grossissimo, Benzoni, autore di 14 punti, con due bombe consecutive riapre la partita meno 2 a 47’’ dal termine, salva i palermitani la risposta di Tempestini dalla distanza, fra i migliori dei suoi con 16 punti 9 rimbalzi e 4 assist. Con lui brilla il solito Duranti, 17 punti (3 su 6 da tre), 6 rimbalzi e 4 assist e un Pollone da doppia doppia, con 12 punti, 14 rimbalzi (5 offensivi) e 3 assist. Per Oleggio, all’ottava sconfitta esterna e alla sesta consecutiva, spicca Pilotti, con 19 punti. Palermo si tiene così stretto il suo quarto posto.

Empoli fatica più di quanto non dica il punteggio per battere un Alessandria, che rimane sempre nel match, pur tirando con percentuali bassissime, 39% da due, 26% da tre e 64% ai lberi, grazie al buon lavoro sotto le plance di Pavone, doppia doppia per lui con 11 punti e 12 rimbalzi e Serafini, 13 punti e 9 rimbalzi. Partita molto equlibrata in avvio, nel secondo quarto Empoli prova un primo allungo e va sul più 11, ma nel terzo Alessandria recupera e addirittura sorpassa i toscani al minuto 27. I piemontesi reggono ancora fino ai primi minuti del quarto finale, dove Empoli si sveglia e piazza la zampata, con un parziale di 16 a 0, più 19 e partita finita. Giannini e Giarelli i migliori per i biancorossi con 14 e 13 punti.

Montecatini torna in lotta per la salvezza, infilando il secondo successo consecutivo, in quel di Lucca. Padroni di casa che sprecano moltissimo in fase offensiva, tirando col 35% da due ed il 23% da tre e restano nel match solo grazie ai liberi (22 su 29). Pur segnando molto, Vico, 16 punti, tira solo con un 3 su 19 dal campo, Genovese si dà da fare sotto i rimbalzi (14), ma segna 11 punti, con un misero 3 su 15 dal campo. Fa esattamente l’inverso Montecatini, malissimo ai liberi (58%) e bene dal campo, 55% da due e 33% da tre, portando 5 uomini in doppia cifra, Tiberti con 15, Mercante, Sadi e Galli con 13 e Tommei con 12. Partita che si decide nel terzo quarto, dopo la bomba di genovese per il più 2, Lucca subisce un parziale di 20 a 5 e Montecatini dal più 13 gestisce poi il vantaggio fino alla fine, con Lucca che non risale mai oltre il meno 5. Pesante sconfitta per le ambizioni playoff dei lucchesi.

Torrenova Capo D'orlando rinviata per guasto elettrico.

IL BASKET GOLFO METTE LA QUINTA
Il video della vittoria su Alba