Approfondimenti

Gli anticipi: Cadono Piombino e Montecatini, trema, ma vince Omegna

Stefano Stefanini
25.03.2018

Il Golfo ora si gioca tutto ad Oleggio, ma si deve guardare le spalle da un ottima Valsesia

Segnali di ripresa del Basket Golfo, nei secondi due quarti si rivede la difesa, feroce ed efficace, che aveva contraddistinto la prima parte di campionato, in 18’ minuti i gialloblu, con le rotazioni ridotte all’osso per l’infortunio dopo 6’ di Malbasa e molti giocatori gravati di falli, concedono ad Empoli solo 16 punti segnati. Ma a cotanta intensità in difesa non corrisponde efficacia in attacco, in parte per la buona difesa dei locali, ma anche per le scarsissime percentuali offensive, anche su tiri puliti (33% da due e 28% da tre). Piombino dopo un avvio pessimo, 9 a 2 per Empoli, rientra immediatamente nel match e chiude il quarto sul meno 2. Secondo quarto invece disastroso per Piombino, 29 punti subiti e distacco che sale fino al più 16 e al riposo sarà più 14, con 46 punti subiti e soli 32 segnati. Gli unici a trovare il canestro con continuità sono Fontana e Persico che, con 23e 19 punti, segneranno oltre due terzi dei punti dei gialloblu. Alla ripresa dopo il più 18 firmato Giarelli, 15 punti per lui nel match in 6’ Piombino torna in partita, a meno 4, divario con cui si va all’ultimo riposo. Dopo due minuti del quarto finale Procacci esce per 5 falli, ma Piombino resta nel match e a 3 dal termine è sotto di soli 3 punti, ma gli errori dei gialloblu in attacco ed un canestro di Botteghi, il migliore dei suoi con 13 punti e 17 rimbalzi, chiudono in pratica il match e i liberi portano al 72 a 62 finale. Piombino paga l’assenza di Malbasa soto le plance, perdendo la sfida ai rimbalzi 53 a 40 e ora deve ripartire da quanto di buono fatto nella seconda parte di gara. Per Empoli si riaprono speranze da playoff, ma per Piombino, con la sconfitta di Montecatini, resta ancora aperta la speranza di potersi giocare il quarto posto.

Montecatini cada a Varese, i padroni di casa tornano ad essere prolifici in attacco, come non lo erano da tempo e tirano con percentuali buonissime (68% da due e 31% da tre), pur confermandosi disastrosi ai liberi(15 su 26). Trascinati dal trio Bloise (22 punti) , Bianconi(20), Mercante(17), conducono per quasi tutto il match, su un Montecatini che a lungo si mantiene in gara con il tiro dalla distanza(10 su 27 e 38%), con il 3 su 8 di Centanni, che segnerà 19 punti, il 3 su 5 di Petrucci, 17 per lui e 2 su 6 di Meini, ma nell’area varesina le percentuali dei termali precipitano ad un misero 32%. I primi due quarti vedono Varese chiudere sul più 7 il primo e andare al riposo sul più 3 nel secondo, 37 a 34. Nel terzo sembra che il match possa girare a favore degli ospiti, con tre bombe due di Petrucci e una di Centanni, si passa dal più 4 Varese al più 6 Montecatini, ma nella seconda metà con fatica ma costantemente, il trio dei varesini riporta avanti i padroni di casa, 56 a 52 all’ultimo riposo. Ma dopo il tecnico fischiato a Varese che Petrucci dalla lunetta sfrutta per il meno tre, una bomba di Bloise, con libero aggiuntivo e un canestro di Croci danno il più 9 a Varese. Montecatini si spenge il trio da tre non la salva (2 su 8 negli ultimi 5’) e Varese vince 77 a 65. Due punti fondamentale per gli uomini di coach Vescovi nella corsa al tredicesimo posto, Montecatini ora deve invece cercar subito di ripartire per mantenere la posizione, ma domenica c’è la Fiorentina al Palaterme.

Una sempre più incredibile Valsesia, senza il suo indiscusso leader Magrini, mette paura alla super potenza del girone, infatti solo due punti separeranno le due squadre al fischio finale, che decreterà un faticoso successo di Omegna per 64 a 62. Omegna al completo parte forte con la bomba di Simoncelli ed i canestri di Dip, 9 a 0 dopo 5’, reazione Valsesia che recupera andando al riposo sul 16 a 8. Omegna in buona serata nel tiro dalla distanza(35%) con le bombe di Villa, Brigato e Fratto che a seguire segna anche da due, si porta in sul più 16 a metà quarto, Vantaggio che arriva a più 17, ma grazie alle bombe di Gatti(3 su 8 e 15 punti), ai canestri di Sodero(14 e 5 assist) e del lungo Gloria(14 e 8 rimbalzi) si riavvicina a meno 12 al riposo, 40 a 28.  Per metà terzo quarto sembra ch i padroni di casa controllino agevolmente il match, ma due bombe di Sodero ed i canestri da sotto di Gloria riportano gli ospiti a meno 3, ma Benedusi, il migliore di Omegna nel quarto ed un canestro di Arrigoni, sembrano scongiurare il pericolo rimonta, 54 a 47 all’ultimo riposo. In avvio quarto finale canestro più aggiuntivo di Arrigoni, il canestro di Fratto e Simoncelli dalla lunetta firmano il più 14 che sembra chiudere il match, male bombe di Gatti e Quartuccio(15 punti e 9 rimbalzi) lo riaprono, Omegna accusa il colpo e non segna più, il piccolo play di Valsesia scatenato con 8 punti consecutivi porta i suoi a meno uno a 52’’ dalla fine e dopo l’uno su due di Arrigoni dalla lunetta, recupera il rimbalzo ed ha nelle mani la bomba della vittoria, ma la dea bendata non gli concede quello che sarebbe stato per lui un trionfo e Omegna scampa il pericolo, mettendo un altro tassello per il primo posto finale.   

3 Secondi - numero XIV
Il video di Empoli