Cronache

GLI ANTICIPI: Sconfitta della capolista ad Oleggio

Stefano Stefanini
26.01.2019

Oleggio fa l'exploit dopo la buona prova a Piombino, tutto facile per Empoli

Impresa di Oleggio, battuta la capolista Omegna 71 a 65. Ospiti ancora senza D’Alessandro e Gueye, ma questo nulla toglie al grande risultato degli uomini di coach Remonti, che partono bene e arrivano a inizio secondo quarto a più 5 grazie a un 9 su 14 da due, ma in 5’ con un parziale di 19 a 9 Omegna ribalta il risultato e sale a più 10 grazie anche ai canestri del giovane Scali, sembra la svolta del match, la capolista che se ne va. Ma con i canestri di Valentini e le bombe di Gallazzi e Marusic (nella foto), Oleggio torna sotto e al riposo lungo ha solo due lunghezze da recuperare, 38 a 40. Nel terzo quarto Oleggio gira il match dalla sua, nella seconda metà Hidalgo e le bombe di Ponzelletti e Gallazzi portano a più 10 i padroni di casa, che chiudono il quarto sul più 58 a 50. A 7’ dal termine Oleggio è sul più 9, ma arriva quella che potrebbe essere una doccia gelata sugli entusiasmi dei locali, in meno di 2’ Omegna con Bruno da tre e da due con Grande da tre e con Scali, anche lui dalla distanza, piazza un parziale di 11 a 0 e torna avanti di 2, 61 a 63 a 4’40’’ dalla sirena. L’esperienza di Pilotti procura liberi e punti ad Oleggio per non affondare, Omegna si intestardisce a bombardare da fuori, in una serataccia per il suo tiro da tre (26%) e Oleggio con un 6 su 6 ai liberi nel finale porta a casa il match. Grande partita di Oleggio che chiude col 56% da due e con Marusic e Hidalgo grandi protagonisti, il primo fa 14 punti, 9 rimbalzi e 4 assist, il secondo 16, 9 rimbalzi e 3 assist, bene anche Valentini con 12 punti e 4 assist e Pilotti, protagonista nel finale, con 13 punti. Per Omegna si salvano Balanzoni con 18 punti e Grande con 14. Oleggio sale a quota 16, due punti importantissimi e forse inattesi, squadra rilanciata dalle ultime due partite contro le prime due della classifica, per Omegna scivolone che rischia di far riavvicinare le inseguitrici.

Facile successo di Empoli contro un Vigevano che fuori casa soffre anche quando è ad organico completo, figuriamoci con l’assenza di due uomini d’esperienza come Birindelli e Benzoni. 80 a 55 il finale di una partita che Empoli inizia ad ipotecare fin dal primo quarto, chiuso sul 21 a 12. Biancorossi di casa che non la mettono da sotto (4 su 14 nel primo quarto), ma bruciano la retina dalla distanza, con Corbinelli (nella foto), 12 punti nel match con 4 su 6, Giannini 15 punti (e 4 assist) con 5 su 8 e Raffaelli top scorer con 21 punti e 3 su 5, Botteghi detta legge sotto le plance, con 11 punti e 15 rimbalzi, rimbalzi che Empoli dominerà (41 a 34), per Vigevano l’unico che prova ad opporsi è il lungo Petrosino, con 14 punti e 8 rimbalzi. A fine secondo il vantaggio è già a più 16 e la partita inpratica è già chiusa, Vigevano non salirà più oltre il meno 11 con Empoli che controlla il match e porta a casa due punti che l’avvicinano a Vigevano e alla zona playoff, ribaltando ampiamente il meno 2 dell’andata.

BASKET GOLFO A PAVIA A MUSO DURO
Passaggio a vuoto a Pavia per il Golfo