Cronache

Quarti di finale Coppa Italia: Dominano i gironi A e B

Stefano Stefanini
01.03.2019

In semifinale derby Cesena Faenza (ore 12.30) e Omegna Fiorentina (ore 14.45)

Nel primo quarto di finale Cesena comanda dall’inizio alla fine, raggiungendo anche il più 15 e non facendo mai salire Salerno sopra il meno 5, ma nei minuti finali i campani arrivano fino a meno 2, facendo tremare i romagnoli, nel finale le palle perse di Salerno e i rimbalzi offensivi di Cesena decidono la partita. Match anomalo, dove entrambe le squadre tirano più da tre che da due, ma gli esterni, da entrambe le parti, non la mettono quasi mai. Infatti i migliori realizzatori saranno i lunghi, Leggio per i campani e Brkic, Sacchettini e Raschi, con l’eccezione di Battisti, play di Cesena.

Faenza sovverte il pronostico e batte la Juve Caserta 72 a 62. Casertani che ommettono troppi errori anche facili da sotto, con Dip che nonostante la doppia doppia, non è in serata, ma non fanno meglio gli esterni da fuori col 16% da tre e nei secondi due quarti, con Faenza che allunga, molte forzature, che producono solo 23 punti in 20'. I romagnoli, con Petrucci in grande serata, si mantengono più freddi e nel quarto finale staccano i campani e conquistano la semifinale. Che vedrà il derby con Cesena, anticipo di campionato, visto che alla ripresa le due squadre si ritroveranno di nuovo di fronte.

Omegna batte in volata Pescara, 73 a 70. Partita a strappi per i primi due quarti, Omegna che parte con un 14 a 0 con netto dominio nel pitturato con Arrigoni e Balanzoni e Pescara che segna il primo canestro dopo 6', poi la rimonta degli abruzzesi fino al sorpasso a metà gara 37 a 35. Trascinati da un super Potì, i pescaresi salgono fino a più 7, nuovo recupero stavolta di Omegna, che va sul più uno all'ultimo riposo. Ci riprova Pescara in avvio di quarto finale, con un più 6, ma Omegna, con Balanzoni, risale e Samoggia dalla lunetta chiude il match. 

La Fiorentina impone la prima sconfitta stagionale a  San Severo, 66 a 64 il finale. Pugliesi condannati da una prestazione pessima al tiro dal campo, vanificando un leggero predominio ai rimbalzi. Fiorentini trascinati dai nuovi acquisti, Tourè miglior marcatore e Genovese che nonostante non la metta da tre è decisivo nel finale. Primo quarto equilibrato, nel secondo allungo viola col più 11 sull'unica bomba di Genovese, ma San Severo recupera subito, con Ruggiero e Stanic, i migliori nelle fila pugliesi, -1 al riposo lungo. Ancora più 8 Fiorentina in avvio di terzo con le bombe di Berti e Vico, a cui rispondono quelle di Scarponi per la nuova parità e sullo slancio San severo sale fino a più 10, ma Vivo prima della fine del quarto riporta i suoi a meno 3. nel quarto finale dopo il più 5 di Stanic, Banti e una bomba di Savoldelli danno il più uno ai viola e Genovese dalla lunetta chiude il match. Fiorentina in semifinale con Omegna.

Amichevole a Montecatini per il Golfo
L'amichevole di Montecatini