Interviste

Intervista all'MVP di domenica, Guglielmo Sodero

Stefano Stefanini
27.11.2019

Ciao Guglielmo, prima di tutto complimenti a te e alla squadra per la vittoria di domenica, quanto è importante questa vittoria?

“Grazie mille per i complimenti. Venendo da tre sconfitte consecutive, era fondamentale per noi ritrovare la vittoria e rimanere nella zona di classifica nella quale vogliamo stare.”

Ti faccio i complimenti perché con la tua prestazione di domenica, sei entrato nella top ten dei marcatori in una partita del Piombino, da quando è tornato in B (vedi classifica a fondo pagina), ma su questo ti faccio una domanda: mi pare che tu sia un giocatore, almeno per quanto riguarda la fase offensiva, che tende a crearsi situazioni di tiro più da sè, partendo dal palleggio, che da giocate di squadra. Come si può calare questa tua caratteristica all’interno di un gruppo, dove da sempre si privilegia il gioco di squadra?

“Penso che possa essere un valore aggiunto, anche se sono convinto che le mie giocate "individuali" non esisterebbero se i miei compagni non mi mettessero nelle condizioni di poterle fare, il nostro rimane sempre e comunque un gioco di squadra.”

Aldilà della prestazione di domenica, fatti un auto esame, in cosa Guglielmo Sodero può ancora migliorare?

“Indubbiamente ho ancora molto da poter migliorare, cercare di creare spazi e tiri aperti ai miei compagni è il mio obiettivo di miglioramento principale per ora.”

Come ha detto il coach domenica i problemi non sono ancora risolti, infatti ancora una volta un approccio alla gara in cui ci avete messo un po’ a capire come difendere sui giocatori empolesi e un quarto finale dove avete sempre dei cali di rendimento. Da cosa dipendono questi problemi, siete riusciti a capirlo?

“Nel primo quarto, loro sono stati molto bravi a fare circolare la palla velocemente, trovando sempre la soluzione più efficace, siamo poi riusciti ad abbassargli il ritmo di gioco e a farli rallentare, cambiando difesa. Mentre nel finale di partita, complici dei nostri tiri sbagliati, hanno corso in contropiede e hanno acquisito maggiore fiducia, ma siamo stati bravissimi a mantenere la freddezza necessaria per fare le scelte giuste e vincere la partita, sintomo di grande maturità.”

Una domanda un po’ più rivolta al Sodero persona. Domenica hai fatto una grandissima prestazione, ma vedo che non ti esalti mai più di tanto per le tue prestazioni, ho notato che a un certo punto dopo l’ennesima bomba hai guardato il pubblico, ma senza fare nulla di particolare, quasi frenando l’entusiasmo. Magari ai tifosi, che già hanno imparato ad apprezzarti, piacerebbe più un Sodero arringante. È il tuo carattere, o ti ci vuole un po’ per creare un feeling maggiore con i tifosi?

“Domenica la cosa più importante era vincere e rimanere concentrati fino al quarantesimo minuto. Il feeling con i tifosi è già molto forte e lo diventerà ancora di più con il passare del tempo. Per esultare aspettavo il fischio finale.”

I migliori marcatori in una partita dal 2013/14

1° Simone Bonfiglio 32 in 36' (contro Bottegone 2016/17) 

2° Mario Gigena 31 in 31' (contro Bottegone 2015/16) 

3° Roberto Maggio 30 in 32' (contro Monsummano 2014/15)

4° Simone Bonfiglio 30 in 36' (contro Cecina 2016/17) 

5° Simone Bonfiglio 30 in 37'(contro Valsesia 2016/17) 

6° Guglielmo Sodero 30 in 40' (contro Empoli 2019/20) 

7° Mattia Venucci 29 in 29' (contro San Miniato 2016/17) 

8° Mattia Venucci 29 in 33' (contro Trecate 2016/17) 

8° Dorde Malbasa 29 in 33' (contro Alba 2017/18) 

10° Mattia Venucci 29 in 37' (contro Valsesia 2016/17) 

Gli highlights dei gialloblu in Basket Golfo vs USE Empoli
La finestra sul girone B