Cronache

"LE ALTRE" Vola Omegna

Stefano Stefanini
11.11.2018

Varese in crescita dopo la falsa partenza, Oleggio sorprende, Vigevano col mal di trasferta

La Sangiorgese senza nulla da perdere in casa della superfavorita Omegna, spaventa i padroni di casa in avvio, 10 a 0 in 2’ con Bocconcelli e Rota in evidenza, saranno fra i migliori della Sangio nel match, i ragazzi di coach Quilici contengono la rimonta dei locali chiudendo sul più 5 il primo quarto e resistono in vantaggio fino poco oltre la metà del secondo, dove una bomba di Arrigoni, il migliore per Omegna 18 punti, 6 rimbalzi e 3 assst, segna il sorpasso, Sangio resiste ancora all’allungo dei padroni di casa fino alla bomba del meno 3 di Parlato e chiude a meno 6 a metà gara. Non molla neppure nel terzo quarto e riesce a metà parziale a tornare a meno uno, ma una bomba di Grande, 16 punti, 11 rimbalzi, 3 recuperate e 10 assist per l’ex Fiorentina, lancia la fuga di Omegna 18 a 4 di parziale e meno 14 all’ultimo riposo per gli ospiti. Finale in controllo per un Omegna nettamente superiore ai rimbalzi (44 a 27) con la Sangio che sotto canestro fa tanta fatica (37% da due), rifugiandosi nel trio dalla distanza (38%) con Bocconcelli che fa 4 su 6 e 14 punti. Omegna tira benissimo, 53% da due e 45% da tre recupera Cantone e ritrova il miglior Samoggia, 13 punti e 3 su 5 dalla distanza, recupero che rende ancora più forte la corazzata piemontese. Omegna lancia la fuga e la Sangio con la terza sconfitta consecutiva si ferma a quota 8.

Una lanciata Varese al terzo successo nelle ultime quattro, costringe al quarto stop consecutivo in trasferta Vigevano. 84 a 74 il finale di una partita che sembrava indirizzata nettamente verso i padroni di casa che già a fine primo quarto conduceva sul più 18 con 30 punti segnati, da un attacco che come al solito si affida al tiro dalla distanza (52% con 14 su 27) e trova in Ferrarese 24 punti e 5 su 10 dalla distanza e Passerini 19 punti con 3 su 8, i suoi migliori interpreti. In avvio di secondo il vantaggio sale a più 20 e Varese, grazie anche ad un discreto dominio ai rimbalzi (42 a 33), con Mercante che ne prende 13 ( e 12 punti), contiene bene ogni tentativo di rimonta degli ospiti chiudendo il secondo a meno 17. Ma nel terzo parziale dopo il più 19 iniziale, arriva la rimonta dei vigevanesi, tre bombe di Verri, il migliore dei suoi con 17 punti e 4 su 8 da tre e i canestri di Birindelli arriva fino al sorpasso al minuto 27 chiudendo il quarto sul più 2. Nel quarto finale però sale in cattedra Ferrarese che con le sue bombe riporta avanti i suoi, ivanaj lo imita e Passerini con un suo centro ed una bomba porta sul più 11 Varese a 2’ dal termine, partita chiusa e Varese aggancia Vigevano a quota 8 in classifica.

Oleggio con i due acquisti estivi, il veterano Pilotti (nella foto) e il giovane play Valentini sta stravolgendo i pronostici di chi la vedeva in lotta per i playout, infatti ancora grazie ad una super prestazione dei due, coadiuvati dal pilastro Shaquille Hidalgo, batte una coriacea Empoli 92 a 86 e la stacca in classifica salendo a quota 8. Il centro ex Vigevano segna 36 punti con uno strabiliante 8 su 9 da tre, accompagnato da 8 rimbalzi, il play ne segna 17 con 11 rimbalzi e 5 assist e il solito Hidalgo 14 con 6 rimbalzi e 5 assist. Anche dall’altra parte sono tre i principali protagonisti, Giarelli con 19 punti e 7 assist, Raffaellli con 16 e 6 assist e Giannini con 15. Nel primo quarto buona partenza Oleggio che però non va mai oltre il più 7, nel secondo equilibrio con vantaggi alterni e più 4 al riposo per i padroni di casa sul 46 a 42. Dopo 4’ del terzo Hidalgo con un 2 più 1 riporta ancora Oleggio sul più 7, ma sembra un muro quella quota per i piemontesi e con i canestri del giovane Antonini Empoli torna subito nel match e chiude a distanza aggancio, meno 2 all’ultimo riposo. Sorpasso in avvio con bomba di Giannini, ma Pilotti prontamente risponde, si arriva a 2’30’’ dal termine con Giarelli che segna il meno uno, ma Oleggio con Pilotti e Valentini allunga di nuovo e blinda la vittoria.

Andreazza: importante era vincere, bravi a non disunirci nelle difficoltà
Under 16 Femminile: Fortitudo ACLI Livorno  vs  Pallacanestro Piombino  54 – 61