Approfondimenti

Alle 18 Omegna: un sogno che varrebbe la decima in casa e il terzo posto

Daniele Perini
25.02.2018

Le parole di coach Andreazza:

"Partita importante, partita che dobbiamo vivere con assoluta serenità perché a sette giornate dalla fine ci siamo meritati di giocarla da primi contro quarti. Siamo al cospetto non solo della capolista ma soprattutto di una squadra veramente forte. Una delle più forti che abbia costruito Omegna.
È un ambiente che conosco molto bene, almeno negli ultimi anni. Sono forti ma si vede bene e questo ce lo dimostra anche la loro classifica visto che in 23 giornate hanno perso due volte soltanto. Non hanno sempre vinto le partite facilmente, spesso si sono dovuti imporre con la forza per strappare il risultato nel finale.
Sappiamo che oggi, se vorremmo provare a fare una grande partita, dovremmo affrontare Omegna con moltissima umiltà, dovremo pensare di dover di fare tante cose buone e per quaranta minuti. Non basterà giocare a sprazzi, non ci possiamo permettere di avere delle pause perché loro alhanno tanti giocatori che possono cambiare la partita. Mi tranquillizza il fatto che in casa, al di là del supporto del pubblico, in casa abbiamo sempre cercato di offrire il massimo.
Dispiace non giocarla al completo, Alessio purtroppo non ci sarà e sarà un grosso handicap per noi. Tutti quanti dovranno alazare il loro livello di attenzione e di prestazione perché per sostituire un giocatore così importante c’è bisogno del l’apporto di tutti; dai più esperti che hanno giocato tante partite di questo tipo, a chi è più giovane che può portare un po’ di incoscienza e imprevedibilità. Loro non hanno Dip, e recupereranno forse per qualche minuto Simoncelli, quindi anche loro hanno delle lacune. Sarà quindi una partita bella è che dovremo affrontare con la serenità di chi non ha niente da perdere ma anche con la volontà di chi vuole fare una bella partita davanti ai propri tifosi."

Parliamoci chiaro, alla luce del risultato degli anticipi, questa partita sarebbe un sogno per Piombino. Potenzialmente la decima vittoria consecutiva in casa e aggancio a Milano in terza posizione. Dice bene Andreazza, i gialloblù dovranno giocarsela al massimo, non hanno niente da perdere ma tutto da guadagnare. 
Le mancanze di Iardella e Dip non saranno un problema per lo spettacolo in una partita che potrà offrire comunque un parquet pieno di giocatori esperti. 
I rossoverdi di Omegna si presenteranno con Fratto con qualche minuto in più, Villa nel solito ruolo di metronomo e Arrigoni e Benedusi porteranno esperienza e qualità a cui si aggiunge anche quella dell'ultimo arrivato Bruni, capace di grandi prestazioni. Brigato e Torgano a disposizione di Ghizzinardi allungano la lista dei sorvegliati speciali e Andreazza avrà preparato il piano partita per contrastare ogni eventuale pericolo. 

Da parte dei gialloblù ci dovrà essere cattiveria e nessun tipo di reverenza. Uno scontro aperto a qualsiasi risultato. Omegna ha perso solo nelle trasferte degli scontri diretti, se Piombino vuole stare insieme alle prime tre, il destino passa dal match di oggi in cui, tutti, nessuno escluso, dovranno mettere in campo il miglior gioco possibile.

3 Secondi - numero XIV
Omegna gelata all'ultimo secondo da un Piombino tutto cuore (le parole del coach)