Approfondimenti

Golfo, ad Omegna si passa con un'impresa

Daniele Perini
18.11.2017

Questa sera il Basket Golfo Piombino incontrerà la squadra che per il secondo anno di fila proverà a tornare con decisione in A2. Lo scorso anno grazie ad un buon organico chiude la stagione con il secondo posto della regular season e una finale promozione persa 3-0 con Orzinuovi. Omegna quest’anno è partita con 8 vittorie consecutive e alla nona gara, in questi anticipo, trova il Golfo.
Alle 20:45 il fischio di inizio dal PalaBattisti di Intra ed il coach omegnese Marcello Ghizzinardi proverà a portare avanti l’imbattibilità dei suoi.

Nell’ultima uscita a Montecatini ci sono stati cambi nel quintetto ma, con un po’ di fatica in più, il risultato non cambia. Un super Simoncelli, confermato dallo scorso anno, ne piazza 29 e Arrigoni lo aiuta con i suoi 15 punti a stendere un’ostica avversaria per 71-77.
Decisivi gli ultimi 4 minuti per finire i termali con Dip che si fa sentire in area e Simoncelli, continuo, che allunga definitivamente.

Una sfida difficile per molti fattori. La storica Fulgor quest’anno viaggia a quasi 80 punti a partita concedendone meno di 60 e Piombino dovrà faticare quindi sia per difendere il loro grande potenziale offensivo che per poter segnare molto. Molto interessante sarà vedere all’opera la coppia Malbasa – Persico sfidare un gran reparto lunghi composto Torgano e Dip, entrambi a 9 punti e 5 rimbalzi di media a partita, con Fratto (7pnt e 7rim) che permette una grande rotazione.

Per Piombino, tornato alla vittoria contro Livorno in casa, si attende di sapere come verrà impiegato Alessandro Procacci che sarà ad Omegna ma sarà Andreazza a valutarne l’effettivo impiego dopo l’infortunio rimediato nell’ultimo match. Pedroni, Iardella, Guerrieri in allerta dunque contro un altrettanto pericoloso reparto esterni e il cannoniere Simoncelli. Bianchi e Fontana saranno a loro volta chiamati ad un difficile compito essendo coloro che, attacco e difesa, dovranno saper collegare questi due reparti aiutando con fisicità a rimbalzo, la difesa sui loro incursori e attacchi di qualità.

Una complicata miscela quindi per preparare quello che è lo spettacolo che andrà in onda stasera. Un match di una difficoltà enorme che Piombino affronterà a viso aperto.

Presentazione 9à giornata: Pavia all'assalto delle grandi, Piombino a caccia di un impresa
Omegna si impone sul Golfo 82-57, la cronaca e l'intervista post partita