Cronache

Pronta reazione del Basket Golfo contro il Pino Dragons

Stefano Stefanini
07.09.2019

Buon debutto davanti ad un pubblico non foltissimo, ma prodigo di appalusi per i gialloblu

Piombino si presenta davanti al suo pubblico con una prova confortante, contro una squadra che, anche senza Cuccarolo e Milojevic, assenti anche al Palatenda, aveva battuto nettamente Lucca e Montecatini. Nella gara a punteggi azzerati ogni quarto, Piombino vince i primi tre quarti, 21 a 20, 27 a 16 e 22 a 12 e con in campo i più giovani impatta a quota 18 il quarto finale, per un computo totale di 88 a 66.

Piombino ancora senza Iardella, parte con un quintetto con Procacci, Sodero, Bianchi, Eliantonio, Persico e come ad Empoli soffre l’avvio degli avversari, 6 a 0 firmato dalla sorpresa di questo inizio di stagione fra i fiorentini, il classe 2002 Tintori, che piazza due bombe ed un canestro da sotto. Piombino risponde con le penetrazioni di Procacci e le bombe di un ispirato Bianchi (chiuderà con 4 su 8), con Eliantonio che duramente marcato in area, scarica 3 assist per i compagni. Primo quarto che, dopo il riaggancio di Piombino, prosegue punto a punto fino al più uno finale per i gialloblu. Nel secondo quarto è dominio dei piombinesi, che con un quintetto anomalo, Molteni play, Procacci da guardia, Mazzantini ala, Bianchi da quattro e Riva da cinque, piazza subito un breck di 7 a 0 e va a segno con facilità e buone trame in attacco, con un po’ tutti i giocatori che scendono in campo, il vantaggio che sale anche sul più 12 e quarto che si chiude sul più 11. Nel terzo la musica non cambia, Piombino difende forte e, dopo il primo quarto, concederà solo 28 punti nei due quarti centrali ai fiorentini, in attacco Sodero e Mazzantini fanno male in penetrazione, l’ex San Severo costringe la difesa ospite a commettere molti falli per provare a fermarlo, finendo spesso con canestro e aggiuntivo, il quarto si chiude con il più 10 dei gialloblu. Nel quarto finale Andreazza schiera Pistolesi dall’inizio e nella seconda metà anche il giovane Carpitelli, con loro in campo anche Molteni, Riva e Bianchi, ma Piombino conduce con ampio margine, anche più 8, fino ai minuti finali, dove l’orgoglio di Poltronieri e Filippi porta il Pino fino alla parità.

I tabellini:

Golfo: Procacci 13, Sodero, 15, Mazzantini 17, Eliantonio 2, Persico 9, Molteni 4, Iardella ne, Bianchi 18, Riva 8, Pistolesi 2, Carpitelli

Pino: Berti 3, Poltronieri 6, Filippi 13, Cuccarolo ne, Marotta, Merlo, Bargnesi 3, Tintori 17, Passoni 24, Avellini, Mancini, Forzieri Milojevic ne

Le parole di coach Andreazza dopo il match:

“Il risultato vuol dire poco, io queste partite le vorrei giocare solo con il tempo senza punteggio, ci son tanti fattori che incidono in questo periodo, ognuno ha le proprie problematiche, io l’unico campionato che ho vinto, l’ho vinto perdendo nettamente tutte le amichevoli. Quindi il punteggio mi interessa relativamente, tanto i due punti ce li danno solo dal 28 di settembre. Comunque per quanto riguarda l’atteggiamento, la compattezza e a tratti anche la qualità del gioco, posso dire che contro una squadra molto fisica, già in linea con i dettami di coach Niccolai, una squadra che fa molti cambi difensivi e mette le mani addosso, non posso che essere soddisfatto, come lo ero stato del primo tempo di Empoli. Ad Empoli ad un certo punto abbiamo deciso di smettere, stasera invece non ce lo potevamo permettere, davanti al nostro pubblico, il livello di attenzione e concentrazione è stato diverso, ci sono stati due allenamenti discreti dove la squadra ha dimostrato di aver capito gli errori e che non ci stava più a far certe figure. D'altronde le mie squadre lo sapete, non mollano mai, in due anni partite in cui abbiamo mollato le contiamo sulle dita di una sola mano e non la riempiamo nemmeno. Era un’avversaria difficile, perché con l’assenza dei due lunghi non ti dava punti di riferimento, tanto che mi son trovato spesso con Persico che difendeva su un esterno, questo è servito perché aldilà del punteggio questa partita ci ha dato molte indicazioni buone per proseguire nel nostro lavoro in modo proficuo.”

Prima al Palatenda per il Basket Golfo
Presentazione "Olimpo Basket Alba"