Le altre

Presentazione 12^ giornata: in zona playoff Montecatini , Piombino e Oleggio provano ad allungare

Stefano Stefanini
06.12.2017

Solo Milano gioca in casa fra le prime quattro, in coda sfida fra le ultime due

In questo turno un solo anticipo al mercoledì, con Milano che ha l’obbligo di rialzarsi subito dopo l’inaspettata sconfitta contro la Sangio. Certo il San Miniato di coach Barsotti avrebbe preferito trovare un Urania uscita vincitrice dall’incontro precedente e non una grande arrabbiata ed in cerca di riscatto. Per i biancorossi toscani non è certo l’occasione migliore per uscire dalla serie nera di tre sconfitte consecutive, ma è d’obbligo provarci. Milano, sorpassato dalla Fiorentina, non può più permettersi errori, dopo il tonfo casalingo alla prima in casa con Valsesia e quello di domenica, se vuole mantenere alte le sue ambizioni.

Nel programma di domenica trasferta insidiosa per la capolista Omegna, che va a Borgosesia, dove trova una squadra che veniva da tre successi consecutivi e che nell’ultimo turno ha tenuto testa in trasferta a Pavia per tre quarti, prima di cedere nel finale. Omegna dopo la sconfitta di Milano, ha subito rialzato la testa, dando una dimostrazione della propria forza battendo Empoli nettamente nonostante le assenze di Milani e Torgano.

Vedendo la classifica e scorrendo le individualità delle due squadre, l’impegno della seconda in classifica, la Fiorentina ad Alba sembrerebbe non lasciare spazio a sorprese, ma come non dare qualche chances a un Alba che dopo un filotto drammatico di  sei sconfitte, ha infilato quattro vittorie nelle ultime cinque. Sarebbe un impresa titanica visto il potenziale offensivo dei viola, che però fuori casa hanno subito le uniche sconfitte del suo campionato, va detto però con Omegna e Milano e subiscono 77.4 punti di media.

La quarta in classifica Pavia va sul campo di una rinfrancata Sangiorgese, che esce dal suo periodo nero, sei sconfitte su sette incontri come meglio non poteva, battendo la corazzata Milano. Dopo tante sconfitte in volata questo successo può dare ai ragazzini terribili di coach Quilici una grande iniezione di fiducia. Per contro Pavia, arriva si da un successo, ma sofferto e fuori casa non brilla, con tre sconfitte su cinque trasferte, ha vinto solo ad Alba e Moncalieri.

In uno scivolone di Pavia sperano Piombino e Montecatini, entrambe impegnate in casa, i gialloblu ospitano Empoli, che prima del prevedibile stop ad Omegna, viaggiava col vento in poppa grazie ai successi a Varese e con Pavia. Piombino viene da due vittorie e proverà a non fermarsi approfittando di un calendario che gli pone davanti tre partite in casa nelle prossime quattro, il convincente successo a San Miniato e la ritrovata solidità difensiva, avranno caricato l’ambiente e la squadra. Empoli deve vincere per tornare in corsa per i playoff, Piombino per spedire la nona in classifica a meno sei.

Montecatini al Palaterme riceve un Varese che ha interrotto, vincendo sabato,una serie di tre sconfitte , ma che visto quanto a sofferto con Moncalieri non può dire di aver risolto i suoi problemi. Tanto più che fuori casa ha un cammino disastroso sei sconfitte su sei trasferte con 60.8 punti segnati e 79.8 subiti. Gli uomini di coach Campanella vengono dalla vitoria a San Giorgio e dai netti successi nelle ultime due con San Miniato e a Cecina, pronostico tutto dalla parte loro.

Oleggio dopo lo stop a Firenze, arrivato dopo quattro vittorie consecutive che l’hanno proiettata in zona playoff, prova a ripartire in casa contro un Cecina che come già le era successo anno passato sta attraversando un periodo nerissimo. Sei sconfitte nelle ultime sette gare, l’ultima con Montecatini, con Gigena in precarie condizioni fisiche, Liberati assente e con l’infortunio di Turini dopo pochi minuti, Cecina che ora è in piena zona playout .Oleggio che invece nell’ultima partita ha anche recuperato Marusic.

A Moncalieri sfida in coda al plotone, per i padroni di casa rinforzati dal ritorno di Daniele Merletto una sfida da vincere per cercare di aumentare il distacco sull’ultimo posto occupato da un Livorno che da Gennaio potrebbe cambiare moltissimo con gli innesti di Soloperto e Chiacig. Sfida della disperazione in lizza molto probabilmente c’è l’ultimo posto per i playout e la retrocessione diretta.

Tutti insieme per sognare
Nell'anticipo Milano alla lunga demolisce la resistenza di San Miniato