Approfondimenti

I NOSTRI AVVERSARI DI DOMENICA "OLIMPO ALBA"

Stefano Stefanini
23.11.2018

Attenzione alla voglia di rivincita dei piemontesi e alla loro forza nel pitturato

Alba è al suo secondo campionato consecutivo in B, grazie alla salvezza ottenuta ai playout contro Varese nella passata stagione. Ha 8 punti in classifica, due meno di Piombino, ma ha la stessa media inglese, in quanto ha giocato solo 3 volte in casa e 5 fuori, mentre il Golfo 4 in casa e 4 fuori. Viene da due brutte sconfitte, con Valsesia in casa, non riuscendo ad approfittare di una squadra che ha finito senza neppure un lungo in campo e a Vigevano, quasi mai in partita, finendo a meno 17. Risultati che hanno un po’ rovinato il bell’avvio che l’aveva vista vincere a Varese e Pavia e con Oleggio e Siena, con nel mezzo due partite perse in volata, contro una lanciatissima Sangiorgese e a Montecatini dopo aver condotto a lungo.Dopo il doppio stop, nelle ultime gare, i piemontesi, davanti al proprio pubblico, avranno sicuramente tanta voglia di ripartire.

Leggendo i dati emerge in modo netto la caratteristica principale del team di coach Jacomuzzi, una squadra che fa del gioco nell’area la sua principale arma, di difesa e di offesa.

Infatti Alba è la squadra che meno di ogni altra concede tiri da due agli avversari solo 37, rendendo difficile questa soluzione, come dimostrano le bassissime percentuali di realizzazione (44%), concedendo invece quasi più di ogni altra il tiro da tre (26.8 col 35% di realizzazioni subite), infatti in 3 sconfitte su 4, gli avversari hanno tirato molto e con percentuali molto alte da tre.

Anche in attacco, complice la presenza di Dell’Agnello, è la squadra che più di ogni altra tira da due (44.5 tiri), con un buon 50% e meno di ogni altra da tre (16.6), col 31%. La ricerca di soluzioni interne, la porta anche ad essere la squadra che subisce il maggior numero di falli (23) e di conseguenza quella che tira il maggior numero di liberi (25), col 70%, Dell’Agnello è il giocatore che subisce più falli del torneo (7.6). Molto bene anche ai rimbalzi con 38.6 di media, 76.2 i punti segnati e 73.5 i subiti. Seconda migliore squadra per valutazione, dopo Omegna, con 85.4.

A livello individuale spiccano Dell’Agnello, miglior realizzatore del girone con 20,6 punti (53% da due) e 8 rimbalzi, ma è anche uno dei giocatori con più palle perse (3.8), Antonietti con 14.4 (53%-33%-84%) e 5.2 rimbalzi e Terenzi 12.5, però con percentuali molto basse (39%-19%-67%), ma con l’aggiunta di 7 rimbalzi e 3 assist. Dietro di loro attenzione a Danna, uomo d’ordine della squadra, 8.5 punti e 4 assist, ai giovani Pollone (18 punti nell’ultima uscita) e Ielmini, tiratori da 35% e 37% dalla distanza e a Tarditi, 205 cm, buon rimbalzista e lungo che tira anche dal perimetro.

Nei due precedenti due vittorie del Basket Golfo, ad Alba in una partita travolgente 81 a 53 ed in casa al ritorno soffrendo invece moltissimo, 83 a 79, ma attenzione questa di quest'anno è un altra Alba.

Intervista ad Edoardo Persico
Espugnare Alba per volare in alto