Le altre

Omegna devastante, Piombino, Milano e Montecatini all'inseguimento

Stefano Stefanini
21.10.2017

Nel big match del sabato Omegna giganteggia sulla Fiorentina, nonostante le assenze di Torgano, Milani e Di Pizzo, più forte di tutto e di tutti non bada a difendersi ma rifila 92  punti agli avversari, che si fermano 20 gradini sotto, a quota 72. In una partita dove ci si aspettava una grande difesa di Omegna, opposta al grande attacco dei fiorentini, a far saltare i pronostici sono stati due giocatori che finora avevano segnato pochissimo, Benedusi con 20 punti e l’under Brigato autore di un 5 su 7 da tre, con 19, al loro fianco i soliti affidabilissimi Simoncelli con 15 punti e 7 assist e Arrigoni con 17. Pronti via e Omegna piazza un 9 a 0 e dopo un leggero recupero dei viola, ingrana la quinta e se ne va, aumentando il vantaggio fino al più 26 nel terzo quarto, per poi controllare agevolmente. Una Fiorentina molto nervosa si condanna con 15 palle perse contro le 5 degli avversari e con 27 falli commessi contro 13, mandando in lunetta Omegna 31 volte, nel tiro dalla distanza , specialità dei viola, segna solo Grande, autore di 24 punti, con 4 su 5, mentre Genovese spara a salve , 1 su 6 e Lucarelli fa peggio con 0 su 5. Omegna vola a 8 punti in classifica e al comando in solitaria.

All’inseguimento di Omegna si lanciano con tre successi in trasferta,Milano, Piombino e Montecatini. I meneghini espugnano il campo di Alba per 58 a 66, ma debbono soffrire nel finale, ancora con le assenze di Micevic e Paleari, coach Villa cerca di sfruttare il suo quinteto quando è ancora fresco e infatti parte benissimo e vola fino al più 14 di metà secondo quarto, poi dopo un recupero di Alba, con i canestri di Maino, che torna fino a meno 4, nuovo allungo degli ospiti che ad inizio ultimo quarto arrivano a più 16 e  a 4’ dal termine sono ancora a più 11, ma è ancora Maino a provare a riaprire il match, ma non ci riesce arrivando solo a meno 4 a 15’’dal termine. Alba domina ai rimbalzi, ma le percentuali al tiro 41% da due e 18% da tre , insieme alle 15 palle perse la condannano, troppo soli Maino (22 punti) e Boffelli(14) davanti ed i 58 punti ne sono la dimostrazione. Per milano brillano Negri e Laudoni con 19 e 17 punti ciascuno, anche 9 rimbalzi per il secondo, ma il tutto con la regia di Santolamazza, 12 punti e 5 assist. Alba rimane ancora a quota zero dopo quattro incontri.

Montecatini vince il derby fiorentino/pistoiese con Empoli per 67 a 71. Partita equilibrata in avvio con allungo di Montecatini nella parte centrale, termali che arrivano sul più 14, verso la fine del terzo parziale, Ma Giarelli e Potì guidano la rimonta degli empolesi, che a 7’ dal termine tornano a meno 2. Finale punto a punto con il giovane Raffaelli che porta i suoi a meno 1 ad un minuto dal termine, ma Giannini sbaglia il tiro del sorpasso e dalla lunetta Centanni fa più 3, Raffaelli con personalità si prende la bomba del pareggio, ma sbaglia e  e Meini  dalla lunetta chiude l’incontro. Montecatini domina sotto le plance con 44 rimbalzi a 33 ma perde molti palloni 18 contro i 10 di Empoli, nella serata no di Galmarini, presto caricato di falli, vanno in doppia cifra in quattro, Centanni 17 punti e 5 assist, Meini con 15 e 4 recuperate, Artioli con 15 e 10 rimbalzi e Petrucci con 13 e 12 rimbalzi, nelle fila dei padroni di casa il solito Giarelli con 17 punti e 9 rimbalzi e la rivelazione Raffaelli, con 12 punti. Empoli si ferma a quota 4 in classifica.

Piombino vince come da pronostico a Moncalieri, 65 a 75, ma deve soffrire per due quarti e mezzo, complici le molte palle perse , saranno 20 contro le 10 di media precedenti, ma si conferma difensivamente, tornando la miglior difesa del girone e per compattezza di squadra, con il punteggio spalmato fra tutti i giocatori, va anche a segno per la prima volta il giovane Bazzano. Da segnalare la doppia doppia di Malbasa, 11 punti , altrettanti rimbalzi e ben 9 falli subiti. Per Moncalieri continua il calvario, quarta sconfitta in altrettante partite, ma buona dimostrazione di carattere.

Alle 21:00 l'anticipo. Piombino a Moncalieri arriva agguerrita.
Video della vittoria del Golfo a Moncalieri