Approfondimenti

Ci siamo, è super derby fra Cecina e Piombino

Stefano Stefanini
24.10.2018

Piombino vuol mantenere la leadership provinciale strappata a suon di successi negli ultimi anni a Cecina

Il derby è sempre una partita a sè, una partita fuori dai pronostici, ma proviamo ad analizzare come le due squadre ci arrivano. Nelle prime tre giornate, Piombino ha fornito due grandi prestazioni con due big del girone Fiorentina e Pavia, portando a casa la vittoria e mostrando le ottime qualità dei singoli e per ampi tratti un grande gioco di squadra, la pesante sconfitta di Oleggio si può, per adesso, considerare un classico passaggio a vuoto dopo una grande prestazione. Per Cecina invece dopo un buon debutto, dove però ha probabilmente approfittato delle logiche difficoltà di una squadra, Omegna, che aveva cambiato in pratica tutto l’organico ed era alla sua prima partita vera, cade in casa pesantemente con una Valsesia, che al momento non pare sul livello delle scorse stagioni, vedi netta sconfitta interna nel turno successivo contro San Miniato. L’ultimo successo in quel di Domodossola, ha ridato fiducia all’ambiente rosso blu, ma non può dare assolute certezze sull’effettiva forza di questa squadra, Domo è squadra che finora ha perso in modo netto tutte e tre le prime partite e scontava assenze pesanti contro Cecina. Successo, quest’ultimo, speculare nell’andamento del match con quello di Piombino, infatti come i giallo blu, hanno dilagato nel terzo quarto con un parziale di 37 a 16.

Nelle prime tre partite di questo campionato, per Cecina in grande evidenza il nuovo arrivato Marco Mennella, guardia classe 99, che alcune fonti davano ad inizio mercato davano fra i possibili arrivi a Piombino, l’ex Salerno viaggia a 15 punti di media con percentuali spaventose, 62% da due e 78% da tre (7 su 9). Ma in un organico che per adesso ruota in pratica su soli sette giocatori, i giovani infatti finora hanno giocato pochissimo, ben cinque viaggiano in doppia cifra, Salvadori con 14.3 e anche lui con percentuali altissime, 79% da due e 43% da tre, miglior rimbalzista della squadra con 7 di media, il sempiterno Gigena che, nonostante i soli 10’ giocati a Domo, mantiene un 13.3 di media, il play Forti con 11.3 e un 37% da tre su oltre 6 tentativi per gara, autore anche di 8 assist di media, chiude il quintetto in doppia cifra il lungo Spera con 10.7 punti col 61% da due.

L'approfondimento su Cecina http://www.basketgolfopiombino.com/news/502894333446/presentazione-squadre-basket-cecina

Molto alte ovviamente anche le percentuali al tiro di squadra, col 57% da due ed il 35% da tre, mentre dai liberi tira col 70%. Piombino risponde col 49% da due, col 46% da tre e col 78% ai liberi.

Nel team di coach Andreazza i migliori marcatori sono Fratto e Bianchi con 15 punti di media, a cui il primo aggiunge anche 8 rimbalzi e il secondo si segnala per il suo 53% da tre, segue Persico con 13 punti e 8.7 rimbalzi di media e Procacci con 10 e 4 assist.

Tanti gli ex nelle due compagini, Biancani e Gigena fra i rossoblu e Mazzantini e Fratto nelle fila gialloblu

I precedenti danno le due squadre in assoluta parità, 6 vittorie per parte, ma se dalla stagione 2010/11 al 2014/15 si registrava il netto dominio cecinese, con 5 vittorie su 6, dal 2015/16 ad oggi si sono invertite le parti, a comandare sono i gialloblu che hanno perso un solo derby, quello di andata del campionato passato, oltretutto perso per un solo punto e con la palla della vittoria in mano negli ultimi secondi.

Per Cecina una vittoria vorrebbe dire rilanciarsi verso zone più tranquille della classifica, Piombino invece cerca quei successi in trasferta che possono fare la differenza fra un onesto campionato ed uno eccellente.

Nonostante tutte le valutazioni fatte, a rendere ancora più incerto questo derby, resta il fatto che i due coach e i giocatori hanno avuto pochissimo tempo per prepararlo, sarà quindi una partita i cui esiti saranno favorevoli a chi meglio saprà interpretarla, adattarla o correggerla in corso d’opera. Quindi un interessantissima sfida nella sfida sarà quella fra i due coach, l’espertissimo Montemurro contro il giovane e rampante Andreazza.

Allora la parola a loro e al campo, palla a due alle ore 21.00

Fratto ci accompagna verso "casa sua"
Più Cecina meno Piombino