Le altre

Presentazione 3° giornata: Spicca lo scontro fra due favorite, Fiorentina e Pavia

14.10.2017

 

Gli anticipi del sabato offrono tre partite dal pronostico quasi obbligato, un combattivo Oleggio, che nelle prime due giornate ha reso la vita difficile alle due attuali capoliste, Omegna ed Empoli, ospita un Moncalieri che invece viene da due pesantissime sconfitte con un passivo complessivo di meno 56 contro Montecatini e Milano e anche se attualmente gli uomini di coach Passera sono l’attacco meno prolifico del torneo con 59 punti di media, vorranno sfruttare questa occasione per schiodarsi da quota zero.

La capolista Omegna viaggia a punteggio pieno alla volta di Alba, perseguitata anche quest’anno dagli infortuni nelle prime uscite, con un super Simoncelli e l’aiuto di una panchina di buonissima qualità ha comunque raggiunto l’obiettivo. Per Alba partenza non delle più incoraggianti per una neopromossa, due sconfitte nette, prima in casa con Empoli e poi a Borgosesia, difficilissimo che si sblocchi sabato sera.

Dei tre anticipi l’unico che lascia spazio a una possibile sorpresa è Milano contro Empoli, toscani sulle ali dell’entusiasmo per i quattro punti in classifica e con un recuperato Potì che svuota l’infermeria, possono giocare senza nulla da perdere, contro quella che da molti era indicata come una superfavorita, ma che con la sola vittoria con Moncalieri e la spada di Damocle delle possibili pesanti assenze non può pensare ad una passeggiata contro i toscani.

Tutte interessanti ed equilibrate le partite di domenica, a partire da un Fiorentina Pavia, che alla terza giornata può cominciare a dire qualcosa sul vero valore di due squadre candidate a piazzamenti di rilievo in questo torneo. I viola proveranno a lanciare la fuga dopo due convincenti vittorie con Cecina e a San Miniato, sperando di recuperare Alessandro Grande, Pavia dopo l’esordio amaro a Piombino, ha rilanciato le sue ambizioni, battendo al Palaravizza una buonissima squadra come Montecatini.

I termali, a due punti in classifica, che sono attesi dal confronto interno con quella che oramai non si  può più chiamare sorpresa, ma grazie a quattro piazzamenti consecutivi ai playoff, è divenuta una certezza del girone A, Valsesia, gli arancioni piemontesi per ora si godono la vetta della classifica e con un Catakovic devastante (21 punti di media, 88% d due) che si prepara allo scontro con Galmarini, proveranno a fare il colpaccio. Sfida fra i due migliori attacchi del torneo con 86 e 83 punti di media.

Sfida fra due possibili sorprese del torneo, Sangiorgese e San Miniato , entrambe a due punti, con i padroni di casa che prima hanno spazzato via Varese al Palabertelli e poi hanno fatto sudare sette camice ad Omegna, prima di cedere nei minuti finali. San Miniato che dopo il derby vinto a Livorno, ha subito in casa il maggior tasso qualitativo della Fiorentina. Incontro non facile per Barsotti & c. contro una formazione giovanissima che può giocare a ritmi altissimi,  ruotando tutti gli elementi che porta in panchina.

Dopo la sofferta vittoria con Piombino, per Cecina è ancora derby, contro una Libertas Livorno affamata di punti, per non impantanarsi fin dalle prime giornate in fondo alla classifica. Più nessuna attenuante per i livornesi che debbono aver completato l’inserimento dei nuovi, arrivati in extremis. Cecina cerca conferme dopo una vittoria, che ha si interrotto la serie nera dei derby con Piombino, ma che ancora non chiarisce le potenzialità di questa squadra.

A Piombino arriva Varese, su un terreno dove un anno fa ha conquistato, pur perdendo, una sofferta salvezza, la squadra dei 98 punti con la Libertas gioca contro una squadra che per adesso è la miglior difesa del torneo con 60.5 punti di media. Si lotta per salire a quota quattro in classifica e non perdere il treno delle migliori.

3 Secondi - numero II
Intervista a Marco Andreazza