Le altre

Presentazione 2° giornata: Varese, Pavia e Milano aspiranti grandi in cerca di riscatto

Stefano Stefanini
06.10.2017

Fra i tre anticipi del sabato, aprono le danze alle 19 Robur Varese e Libertas Livorno, entrambe sconfitte alla prima giornata, ma se per Livorno la sconfitta di misura ci poteva stare, per Varese, indicata fra le favorite, l’imbarcata presa a San Giorgio è stata la sorpresa della prima giornata. Gli uomini di coach Vescovi sono in cerca di pronto riscatto e potranno disporre di Federico Vai, primo acquisto della seconda fase di mercato, sperando di recuperare anche Mercante e di costringere coach Vescovi a dover mandare uno degli otto senor in tribuna. Dall’altra parte un Livorno più rodato, con una settimana di allenamenti in più per gli  acquisti dell’ultimora (Mastrangelo, Lasagni e Bastoni), non sarà avversario facile, piuttosto se il rendimento dei varesini non sarà all’altezza delle aspettative.

A seguire alle 21 andranno in campo Omegna contro la Sangiorgese e Empoli contro Oleggio. Omegna dopo la sofferta vittoria con Oleggio, cerca conferme nel gioco oltre che nel risultato, fondamentale sarebbe recuperare Marcelo Dip, un autentico crac per la categoria, la Sangio non ha invece nulla da perdere e sulle ali dell’entusiasmo per la vittoria su Varese proverà a fare fuori un'altra grande.

Empoli dopo il netto successo ad Alba, parte favorito nello scontro con Oleggio, alla Lazzeri campo difficilissimo, dove negli anni passati gli empolesi hanno costruito le loro fortune, Oleggio dovrà sperare che i tanti nuovi innesti della squadra di coach Bassi non abbiano ancora trovato il feeling col proprio campo di gioco, altrimenti sarà durissima, però attenzione, con Omegna gli uomini di Passera hanno dimostrato di poter reggere il confronto con squadre di caratura maggiore.

Nei match della domenica insieme a due partite che paiono dall’esito scontato, tre big match dall’esito difficilmente pronosticabile. Moncalieri dopo la batosta di Montecatini, ospita al Palaruffini la Super Flavor Milano, vogliosa di ripartire subito dopo la sconfitta al debutto con Valsesia in casa e anche se perdurassero le assenze in casa meneghina (Paleari e Micevic), troppa la differenza fra le due squadre. Valsesia invece ospiterà Alba, la prima come detto vincente a Milano e la seconda pesantemente sconfitta in casa, il fattore campo e stati d’animo profondamente diversi fanno pendere l’ago della bilancia decisamente verso i padroni di casa.

I big match sono Pavia Montecatini, San Miniato Fiorentina e Cecina Piombino. A Pavia i padroni di casa sono in cerca della prima vittoria in B, autori di una buona prestazione, ma sconfitti a Piombino, sperano di recuperare al meglio delle loro possibilità De Min e Mazzantini, apparsi un po’ in ombra in Toscana. Per Montecatini primo test vero di serie B, visto la scarsa opposizione della PMS nel debutto in campionato. Sfida fra due squadre che puntano decisamente ai playoff. A San Miniato ci si gioca il primo posto in classifica, visto che entrambe hanno vinto al primo turno, San Miniato in veste sempre di possibile sorpresa del campionato e Fiorentina invece inserita nel lotto delle favorite, dal punto di vista dell’organico la Fiorentina vince sicuramente ai punti, ma al Palafontevivo non è facile vincere per nessuno, basti ricordare la sconfitta di Omegna all’ultima del campionato passato.

A Cecina va in onda il classicissimo derby della costa etrusca, con i padroni di casa che cercano i primi due punti in campionato e di riuscire ad interrompere la serie nera che li vede sempre sconfitti negli ultimi quattro derby di campionato, Piombino invece cerca conferme dopo la consistente vittoria, frutto di una prestazione difensiva superlativa, su una delle favorite, Pavia.

Intervista a Dorde Malbasa
Golfo a caccia del pokerissimo, Cecina per rompere il digiuno da derby