Le altre

Presentazione 21^ giornata: Incroci pericolosi ad alta quota

Stefano Stefanini
06.02.2018

Molti scontri diretti in zona playoff, Omegna potrebbe approfittarne e allungare, impegni duri per Fiorentina e Milano

Impegno facile almeno sulla carta per Omegna, ma bene non sottovalutarlo per gli uomini di coach Ghizzinardi visto quanto è accaduto con la Libertas la settimana precedente. Varese nelle ultime sei gare ha vinto solo a Livorno contro il fanalino di coda del torneo e anche dopo la prova discreta di Cecina non dovrebbe essere in grado di violare l’imbattuto Pala Battisti.

Incrocio fra le seconde del campionato e due squadre che lottano per i posti alle loro spalle, la Fiorentina ospita Valsesia, fresca del netto successo su Piombino e con una sequenza di sei vittorie nelle ultime sette partite, con un Magrini scatenato i piemontesi ora fanno paura a molte. Coach Niccolai ha avuto solo tre giorni per raccogliere i cocci di Empoli e ricaricare i suoi. La Fiorentina è imbattuta al San Marcellino, ma Valsesia fuori ha vinto sei volte su dieci, violando fra le altre anche Milano e Piombino, dando ad entrambe la grande delusione per l’unica sconfitta casalinga del torneo.

Milano invece va a casa di un Montecatini da corsa, sei vittorie consecutive per i termali li hanno portati al quarto posto solitario e ora con una vittoria contro i milanesi potrebbero alzare ancora l’obiettivo, infatti Milano è solo a quattro punti e all’andata già la misero in grande difficoltà, perdendo di soli tre punti, quindi non impossibile in caso di successo il ribaltamento della differenza canestri. Milano che ha sofferto per battere Alba ed Oleggio in casa , lascia sperare coach Campanella, se poi Meini e Centanni sarnno quelli dell’ultima uscita sarnno grossi problemi per gli uomini di coach Villa.

Nel lotto delle prime sei, Piombino è chiamato a rialzarsi prontamente dopo il pesante ko di Valsesia, perché se, aldilà del modo, la sconfitta di domenica ci poteva stare, perdere con Alba, con un calendario che dopo si fa terribile, potrebbe per primo minare le sicurezze fin qui acquisite, secondo complicare non poco i sogni dei gialloblu. Alba però non è l’avversario della partita di andata, si è rafforzato sul mercato, è passata da allora da zero a dodici punti, nelle ultime due ha impegnato severamente Milano e Montecatini e in trasferta vince più che in casa, con la toscana che gli porta bene, vedi vittorie a Livorno, Cecina ed Empoli. I gialloblu punteranno come sempre sul loro grande carattere e sulla grande spinta del Palatenda.

In zona sesto/undicesimo posto, la sola Pavia gode di un turno agevole, per Di Bella e compagni l’occasione di fare due punti e non continuare a scalare in classifica, arriva in casa contro Moncalieri, partita dal pronostico chiuso per i piemontesi, contro una squadra che doveva lottare per le primissime posizioni, che invece sta soffrendo, ma ha pur sempre un organico di tutt’altro spessore rispetto alla PMS.

Per le altre due scontri diretti, San Miniato ospita in un derby che si annuncia bollente Cecina, l’ago della bilancia pende verso Tempestini e compagni, perché giocano in casa , perché hanno due punti in più, perché arrivano al match con tre vittorie consecutive alle spalle e perché all’andata vinsero a Cecina, seppur di soli due punti. Cecina ha vinto soffrendo in casa con Varese e fuori casa ha vinto solo tre volte, l’ultima l’11 novembre ad Empoli, per gli uomini di coach Montemurro forse una delle ultime speranze di riagganciare il treno playoff, in caso di sconfitta infatti andrebbero a meno quattro dall’ottava.

La Sangiorgese invece ospita Oleggio, come sopra, due punti in più per i padroni di casa, momento positivo per i draghi che vengono dalle vittorie con Cecina e a Moncalieri, mentre gli ospiti arrivano da tre sconfitte di fila, ma in settimana avranno Matteo Canavesi a rimpiazzare Spatti e che dopo lo scivolone di Moncalieri, hanno comunque impegnato Omegna e Milano al loro domicilio. All’andata finì la Sangio espugnò il Palaeolo per 72 a 65.

Per la Libertas Livorno con Empoli è forse davvero l’ultima spiaggia nella rincorsa a Moncalieri e alla possibilità di giocarsi la salvezza ai playout. Se perdesse sarebbe davvero difficile trovare i quattro punti che le servono per avvicinare la PMS nella speranza poi di ribaltare il meno undici dell’andata. Non sarà facile però perché trova una squadra rivitalizzata dal successo contro la Fiorentina e che ora cercherà di approfittare della debolezza dei labronici per riagganciare la zona salvezza.

  

3 Secondi - numero XIV
Piombino alle 21 nell'infrasettimanale trova Alba al Palatenda