Cronache

Le altre della domenica

Stefano Stefanini
16.12.2019

San Miniato vola in alto e Torrenova risale prepotentemente dal basso

Conferma dell’efficacia di San Miniato sull’imbattuto campo di Palermo, nona vittoria consecutiva per il team di coach Barsotti. Partita ad altissima intensità difensiva, come dimostra il numero dei falli, 32 gli ospiti e 29 i locali, falli che le due squadre concretizzano bene dalla lunetta, 85% Palermo, 78% San Miniato, ma dal campo, i siciliani, soffrono maggiormente la durezza della difesa toscana e tirano solo col 41% da due e il 22% da tre. Gara condotta dall’inizio e quasi interamente da Quartuccio e compagni, ma nei primi due quarti non riescono mai a salire oltre il più 8, con i locali che riescono sempre a chiudere, o quasi, sugli allunghi degli ospiti. Nel secondo quarto arriva anche il primo sorpasso, che non va oltre il più 4, ma a metà gara San Miniato è già tornato a più 5. Nella prima metà gara a trascinare i toscani è Caversazio, con 13 punti, che chiuderà come miglior marcatore dei suoi, con 15 Nel terzo San miniato sembra di nuovo in grado di andare via e sale fino a più 9, firmato da una bomba di Neri, ma i palermitani risalgono, segnando però quasi esclusivamente dalla lunetta, fino a meno 3 e ad inizio quarto finale raggiungono il meno 2. Dal possibile aggancio ad uno 0 a 8 in meno di un minuto, per il più 10 ospite, che diventerà anche più 11 a metà quarto. Nel finale capitan Lombardo, lancia la rimonta dei suoi, che però si ferma a meno 4, gelata da una bomba di Quartuccio. Per Palermo buone prove di Di Viccaro, con 14 punti (ma 1 su 7 da tre) e Lombardo con 13. Per San Miniato da segnalare anche i 13 punti di Carpanzano, con questa vittoria i pisani si qualificano per le finali di Coppa Italia.

Torrenova a cui il cambio di coach ha fatto benissimo batte meritatamente Alessandria. Gara equilibratissima fino a metà secondo quarto, dove, con Boffelli e Santucci, arriva il primo allungo, per il più 9 dei locali. L’italo argentino segnerà 17 punti nel match con 7 rimbalzi e 5 assist e l’ultimo arrivato in casa Torrenova, metterà a referto 18 punti, con 4 su 9 da tre, 5 rimbalzi e 5 recuperate. Dopo aver chiuso il quarto sotto di 7, Alessandria riporta in equilibrio la gara, risalendo fino a meno 2, ma nella seconda metà del quarto, come in precedenza, perde colpi e finisce nuovamente sotto, stavolta di 10, svantaggio che non riuscirà più ad abbassare in modo importante e che consentirà a Torrenova di portare agevolmente in porto il terzo successo consecutivo, che la porta quasi all’uscita dalla zona playout, affiancando la stessa Alessandria, su cui si è presa un buon vantaggio, in vista del ritorno, grazie al più 9 finale. Per Alessandria il miglior marcatore sarà Sperduto, con 16, ma buona la prova anche di Pavone, in doppia doppia, con 10 punti e 12 rimbalzi.

Il commento di Andreazza nel dopopartita
Il video della vittoria a Montecatini