Cronache

GLI ANTICIPI San Miniato dietro le grandi

Stefano Stefanini
17.11.2018

Continua a sorprendere la formazione di coach Barsotti, fatica ma vince anche Omegna

Varese si conferma avversaria difficilissima per Omegna, che riesce a sorpassare i varesini solo nei minuti finali con i canestri di Grande, 60 a 64 il finale. Partita che dopo un primo quarto equilibrato, con una sfida dalla distanza che vede entrambe le squadre partire con un 4 su 4, finito 27 a 23 per Omegna, vede i padroni di casa allungare fino al più 13, sul 26 a 39 dopo 16’ di gioco, ma da qui in avanti l’attacco di Omegna si blocca, segnerà solo 25 punti nei restanti 24’ di gioco Balanzoni dopo aver raggiunto la doppia doppia al minuto 14 non segna più Grande è in serata nera (arriverà ai minuti finali con 2 su 11 dal campo) E Varese con la sua arma migliore, il tiro da tre e con Planezio su tutti (15 punti, 8 rimbalzi e 3 su 6 da tre) piazza un 6 a 0 prima del riposo, nel terzo quarto mette la freccia e sorpassa al minuto 27 e conduce con vantaggi minimi fino a 1’ e 43’’ dalla sirena finale, dove Grande ritrova la via del canestro e chiude l’incontro. Varese scontava l’assenza di Caruso e Rosignoli gioca solo pochi minuti nel primo quarto per non rientrare più, buonissima prova anche di Mercante che segna 11 punti e prende 10 rimbalzi, i lombardi calano alla distanza abbassando le altissime medie da tre registrate nella prima parte di gara e da due senza Rosignoli segnano un modestissimo 11 su 31 (35%). Omegna si salva con i canestri di D’Alessandro (10 punti e 2 su 3 da te) e Grande nel finale (11); Balanzoni dopo un grande inizio si ferma a 13 punti e 11 rimbalzi.

Derby emozionantissimo a Empoli con i padroni di casa a comandare per gran parte della gara e San Miniato ad inseguire, ma ogni volta che arrivava vicinissimo Empoli allungava nuovamente, più 8 nel primo, più 10 nel secondo e ancora più 8 nel terzo. La partita si decide poco prima della metà del quarto finale dove Giarelli, fino a quel momento uomo partita con 21 punti segnati, 6 su 9  da due e 9 su 1 ai liberi, fa due falli consecutivi su Preti, sono il quarto ed il quinto per lui e così dal più 6 Empoli si arriva al sorpasso degli ospiti, che con un canestro di Mazzucchelli a 1’e 25’’ dal termine conducono di 6, ma l’orgoglio del capitano empolese Sesoldi, con una sua bomba, un successivo recupero palla e un canestro da due, portano al meno uno a 55’’ dal termine, partita riaperta. Coach Barsotti chiama il timeout e azzecca il cambio vincente, toglie un Benites grande protagonista della serata, 17 punti ed infallibile dalla lunetta (10 su 10) e mette un Lasagni reduce da un misero 2 su 9 dal campo, ma la guardia lo ripaga con la bomba della vittoria. Partita spigolosissima 54 falli e piena di errori, medie al tiro basse, 37% e 19% per i padroni di casa e 46% e 25% per gli ospiti e tante palle perse, 18 per Empoli e 17 per San Miniato. Per San Miniato buone prove anche di Mazzucchelli 14 punti e 3 assist e di Preti con 12 punti, per Empoli dietro Giarelli il solo Sesoldi con 13 punti e 6 rimbalzi, serata no per il bravo Raffaelli solo 7 punti con 2 su 15 dal campo.

Obbligatorio vincere per il Basket Golfo
Il Golfo sale al quarto posto