Interviste

CAMILLO 200 VOLTE GIALLOBLU

Stefano Stefanini
14.01.2020

Intervista a Camillo Bianchi, primo assoluto per presenze in B col Golfo

Contro Omegna, Camillo ha raggiunto questo traguardo e ora insegue nelle presenze assolute Guerrieri, fermatosi a quota 262.

Complimenti Camillo per le 200 presenze !!! Quando sei arrivato a Piombino da Siena ti saresti mai immaginato di raggiungere un simile traguardo con la maglia gialloblu, cosa pensavi sinceramente di fare quando arrivasti qui?

“Grazie Stefano !!! Quando son venuto da Siena, non avrei mai pensato di fare tutte queste presenze con questa maglia, perché non sapevo assolutamente quale sarebbe stato il mio futuro, ma fin da subito mi son trovato benissimo in questo ambiente e con le persone che lo frequentavano. Persone che mi hanno fatto sentire come se fossi a casa mia, una bella sensazione e un qualcosa che cerco di trasmettere ogni anno ai nuovi arrivati, ora che, nonostante la giovane età, sono oramai diventato un veterano di questa squadra.”

Quali sono le tue sensazioni per questo bel traguardo raggiunto? Obiettivo prossimo raggiungere il recordman Guerrieri a 262 presenze?

“Sono molto orgoglioso e felice di aver raggiunto questo traguardo, ma per me non vuol essere un punto di arrivo, ma una nuova partenza. Mi piacerebbe raggiungere Giacomo, un grande amico, anche fuori dal campo e diventare il giocatore con più presenze in assoluto nel Basket Golfo. Mi piacerebbe anche arrivarci, facendo da chioccia ai ragazzi che indosseranno questa maglia.”

Dediche?

“Sarebbero moltissime, dalla società, che insieme agli allenatori che ho avuto qui a Piombino, mi ha dato fiducia e che, dandomi sicurezze, mi hanno stimolato a crescere ogni anno di più. Una va ai tanti compagni di squadra che son passati e che hanno contribuito a farmi stare bene, con molti, che si sono trasferiti ad altre squadre, è nato un rapporto di amicizia e quindi li sento spesso tuttora. Una dedica va anche alla Marea Gialloblu, una tifoseria che ho visto nascere e a cui dico; continuate così, perché ci fate rendere orgogliosi di vestire questi colori e rappresentate l’orgoglio di questa città. È bello anche fuori da qui, sentir dire, che Piombino sono quelli che hanno una grande tifoseria. Grazie a tutti coloro che si sacrificano per organizzare trasferte, per fare nuovi cori ed organizzare le coreografie.”

Ti sei fatto un bel regalo, una giornata da incorniciare 200 presenze e la vittoria con Omegna?

“Bellissima vittoria quella con Omegna, un bel regalo che ci siamo e che mi sono fatto. Una vittoria merito della coesione del gruppo e che ci fa affermare come squadra importante in questo campionato. Ciononostante, le certezze di questi mesi non sarebbero state incrinate da un eventuale sconfitta contro la capolista, ma indubbiamente la vittoria le consolida queste nostre sicurezze.”

Ma glielo fai pesare a Iardella che hai più presenze di lui?

“A Iarde non posso fargliela pesare più di tanto, perché è sempre e comunque il mio capitano e perché è anche grazie a lui, che mi ha accompagnato in tutto il percorso che ho fatto fino ad oggi, se sono migliorato rispetto a come ero quando sono arrivato. Non posso prenderlo in giro, perché oltre che un grande amico, è stato per me un insegnante in molte situazioni ed un importante appoggio morale sempre. Lui è molto più importante di quanto dicano i numeri.”

In sette anni hai saltato solo 3 partite, sei un emulo di Ronaldo, preparazione fisica maniacale, o è solo merito di babbo Giulio e mamma Annarita?

“Su questo faccio le corna, perché seppur vero che curo al meglio la preparazione, cercando di arrivare sempre al meglio, devo ammettere che serve anche molto la fortuna, l’imprevisto è sempre dietro l’angolo e in uno sport con il contatto fisico, può arrivare in qualunque momento. Spero sia una buona annata anche questa e ringrazio, per il lavoro fin qui svolto, i preparatori atletici che ho avuto.”

Ma veniamo al domani di Camillo e della squadra, ora viene il bello, dopo le incertezze iniziali vi state riaffermando come una delle squadre più forti della B, la gente si aspetta molto da voi, come affronterete un calendario che adesso vi prospetta nel breve, molti confronti con squadre di bassa classifica, a partire da Costa D’Orlando sabato?

“Attenzione a reputarle squadre da bassa classifica, perché è vero che Costa D’Orlando è in crisi, ma le squadre siciliane in casa hanno un altro piglio, basta vedere che ha battuto anche una squadra come Lucca, che pur facendo ancora fatica ad ingranare, è squadra con grandi nomi. Poi il passato ci insegna che le squadre di bassa classifica ci hanno già fatto brutti scherzi, tanto per citarne una basta ricordare Oleggio, negli anni passati e anche in questo, poi in trasferta qualche difficoltà in più c’è sempre. Comunque ci stiamo preparando come sempre, per affrontarla al meglio.”

Grazie Camillo per quanto hai fatto e per quanto farai.

 

 

Gli highlights dei gialloblu in Basket Golfo vs Omegna
I prossimi avversari "Capo D'Orlando"