Cronache

Un Basket Golfo dominante contro Costa D’Orlando

Stefano Stefanini
06.10.2019

Siciliani mai in partita, troppa la superiorità fisica e tecnica dei piombinesi

Come dichiarato anche dal coach siciliano Giuseppe Condello nel dopo partita, una Costa D’Orlando troppo timida al cospetto di una formazione solida ed esperta come Piombino. I giallo blu dominano fisicamente il match, 44 rimbalzi contro i 33 degli avversari con Persico (11), Eiantonio (8) e un esplosivo Mazzantini (9 con 5 offensivi), che spadroneggiano sotto i tabelloni. Evidentemente il richiamo ad una maggior attenzione a questo fondamentale, che Andreazza ha ripetutamente chiesto durante la settimana, ha dato i frutti sperati. Anche nelle soluzioni dalla breve si è visto un netto divario, Piombino segna col 46%, con Procacci e Sodero incontenibili in penetrazione e Persico che, contro i 213 cm di Di Coste, arma la sua mano dolcissima dalla media, i messinesi invece fanno un disastroso 12 su 42 (29%). Il coach di casa, prepara bene la difesa sui principali terminali offensivi avversari, Avanzini nulla può contro i lunghi piombinesi, Riccio che aveva fatto 5 su 7 da due contro Cecina, si infrange sulla rocciosissima difesa degli esterni piombinesi, facendo solo un misero 1 su 8, l’unico a trovare la via del canestro con una certa continuità, è il talentuoso Perez, ma anche lui con molti errori, vedi 6 su 16 dal campo.

Capo D’Orlando resta agganciato al match solo nel primo quarto, dove Piombino spreca qualche facile conclusione da sotto e si vede sputare malignamente dal ferro alcuni tiri molto ben costruiti, ma la difesa gialloblu è un’autentica macchina da guerra e non mollerà mai la presa, neanche a partita vinta, come dimostrano i soli 41 punti subiti. In avvio Sodero fa subito capire che al tiro non è quello di Omegna, con due centri consecutivi, una comoda bomba di Bolletta, fa vedere ai siciliani per l’ultima volta la quota aggancio sul 4 a 3, ma l’accoppiata Procacci Persico allarga il divario e Sodero firma il suo sesto punto ed il più 10. Nel finale Piombino non sfrutta alcuni rimbalzi offensivi e Perez riporta i suoi a meno 6, 15 a 9 al primo riposo. Un paio di centri di Di Coste in avvio di secondo, una soluzione da sotto e una bomba, riportano i viaggianti a meno 4, ma Piombino dalla distanza non è da meno, Eliantonio e Bianchi fermano la rimonta e nel finale di tempo il rientrante Iardella e Bianchi portano i gialloblu sul più 13, nel finale è ancora un piazzato di Persico a sigillare il più 15 al riposo lungo, 35 a 20. Nei secondi due quarti non c’è più partita, con gli ospiti che non risalgono mai sopra il meno 17, nel finale spazio anche per il giovane Pistolesi, che va anche a a segno dalla media e Sodero da tre fissa il più 30 finale, 73 a 43.

Solbat Basket Golfo Piombino - Irritec Capo d’Orlando 73-43 (15-9, 20-11, 17-11, 21-12)

Solbat Basket Golfo Piombino: Alessandro Procacci 15 (3/5, 3/6), Edoardo Persico 14 (6/11, 0/0), Guglielmo Sodero 14 (4/6, 2/5), Saverio Mazzantini 9 (1/5, 1/3), Giacomo Eliantonio 7 (2/4, 1/2), Alessio Iardella 6 (0/1, 1/4), Camillo Bianchi 6 (0/1, 2/4), Niccolò Pistolesi 2 (1/1, 0/0), Alessandro Riva 0 (0/3, 0/0), Tommaso Molteni 0 (0/0, 0/1), Nikola Carpitelli 0 (0/0, 0/0), Tommaso Mezzacapo 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 9 / 10 - Rimbalzi: 42 8 + 34 (Edoardo Persico 11) - Assist: 17 (Alessandro Procacci 6)

Irritec Capo d’Orlando: Daniel Perez 15 (5/12, 1/4), Enrico Di coste 7 (1/4, 1/2), Gianpaolo Riccio 5 (1/8, 1/3), Michael Teghini 4 (2/5, 0/1), Patrick Avanzini 4 (2/5, 0/0), Luca Bolletta 3 (0/1, 1/3), Marcello Crusca 3 (0/2, 1/3), Alessio Ferrarotto 2 (1/3, 0/1), Stefan Spasojevic 0 (0/2, 0/0), Simone Ciccarello 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 4 / 4 - Rimbalzi: 31 7 + 24 (Enrico Di coste 8) - Assist: 5 (Michael Teghini 2)

 

Intervista a Edoardo Persico dopo la vittoria su Costa D'Orlando
Resoconto della seconda giornata