Cronache

Semifinali playoff: Tutte vittorie casalinghe

Stefano Stefanini
13.05.2018

Come da pronostico le vittorie di Cento, Omegna e Fiorentina, molto combattuta la partita fra Piacenza e Milano

Nell’anticipo di sabato, Omegna ha la meglio nettamente, come da pronostico, su Crema, 74 a 49 il risultato finale.  Omegna domina fisicamente gli avversari, 45 a 29 i rimbalzi, con Dip 15 punti e 10 rimbalzi, Fratto con 14 e 6 rimbalzi e Arrigoni con 8 punti e altrettanti rimbalzi, con questo dato riesce a far pesare meno le 17 palle perse. Crema, nonostante il recupero di Del Sorbo, non riesce difensivamente ad arginare la fisicità e la tecnica dei rossoverdi e in attacco e, sicuramente anche per le capacità difensive degli uomini di coach Ghizzinardi, spara a salve, come dimostra il 3 su 31 da tre. Comunque, nonostante una partenza da brividi, 17 a 0 per Omegna in 6’, dopo il più 19 nel secondo quarto, Crema ha una grande reazione, con Bianchi che segna 8 punti, Peroni con 5 e Ferraro, si riporta al riposo lungo sul meno 7, 34 a 27. Nuovo allungo dei padroni di casa che con Bruni, Fratto e Benedusi, risalgono a più 17 nel terzo quarto, ma orgogliosamente Crema con Poggi, Paolin e una bomba di Peroni,si riporta a meno 8 ad inizio quarto finale, dove però sale in cattedra Simoncelli, per lui 12 punti, tutti nel quarto finale  e 7 assist, che chiude così il match.

Big match emozionantissimo fra Piacenza e Milano con i padroni di casa che vincono per 71 a 68. Partita dall’andamento incredibile, Piacenza parte fortissimo 15 a 0 dopo 4’12’’, con Maggio e Perego sugli scudi, il lungo piacentino sarà uno dei migliori dei suoi con 17 punti e 7 rimbalzi, vantaggio che arriva a più 17 dopo 6’26’’. Milano si risveglia nel finale e con un Ferrarese in gran serata, 20 punti e 4 assist e il solito Paleari che chiuderà con 17 punti e 8 rimbalzi, si rifà sotto fino al meno 9 firmato Laudoni ad inizio secondo quarto. Piacenza mantiene un buon vantaggio fino a 3’ dal riposo, poi risale Milano che chiude a meno 2, 33 a 31. Piacenza guida ancora fino al 3’ dal termine del terzo, quando Ferrarese firma la prima parità del match per Milano, i meneghini sembrano essere usciti dasl torpore della prima fase e piazzano il sorpasso, 51 a 54 all’ultimo riposo. Il mancino Milanese trascina i suoi che dopo 3’31’’ si portano sul più 10, con l’inerzia del match in mano, Perego con tre centri riavvicina i suoi e nel finale succede di tutto, Pederzini perde palla sul meno tre a 2’ dalla sirena, dall’altra parte Santolamazza piazza un bomba mortifera per il più 6 Milano, ma sull’errore di Perego da tre lo stesso play milanese con il rimbalzo in mano, si lascia scappare qualcosa verso l’arbitro, tecnico e Piacenza con un libero e con una bomba di Bruno(18 punti e 5 assist) riapre il match. Sull’onda dell’entusiasmo Stanic ruba palla, lancia Pederzini che fa canestro e fallo e porta i suoi sul più 1 a 40’’ dal termine; nel finale ancora un errore da tre di Santolamazza, i liberi di Pederzini, che glaciale firma il più 3, che la difesa piacentina conserva sul tentativo finale di Ferrarese.

Dominio dei padroni di casa negli altri due match, la Fiorentina travolge Valsesia 98 a 63. Troppo il divario tecnico e troppa la differenza nelle qualità dei cambi, coach Bolignano prova a dare ossigeno ai suoi titolari, ma dalla panchina non può disporre di altrettanta qualità di quella dei gigliati.. La Fiorentina invece si può anche permettere un Genovese in serata no, a Valsesia non basta un super Magrini, che segna 24 punti e quasi da solo riesce a tenere in partita i suoi fino quasi a metà secondo quarto, segnando 12 punti. Infatti il match in pratica finisce li, da meno 7 i piemontesi subiscono i vari Lucarelli 20 punti, Grande 18, Mazzucchelli 13 e Berti 10 con 7 rimbalzi e 5 assist, dopo 18’ i fiorentini sono già sul più 20 e controllano agevolmente il match, con Valsesia che non scenderà più sotto la doppia cifra di svantaggio.

Stessa sorte per Montecatini a Cento, 92 a 63 per la capolista, ancora senza Benfatto, ma  non si nota, infatti i rimbalzi saranno 48 a 27 per i locali. In cinque uomini in doppia cifra, Piunti e Pasqualin con 16 punti, il lungo fa doppia doppia con 10 rimbalzi, il play piazza 4 bombe su 5 e 5 assist, Rizzitiello anche stasera ne mette 15 con 3 su 5 da tre, D’Alessandro altra doppia doppia con 13 punti e altrettanti rimbalzi e Vico con 12 punti e 4 assist, da segnalare anche gli 8 assist di Cantone. Montecatini perde Petrucci dopo 7’ con i termali già sotto di 9  e l’unico a trovare la via del canestro è Centanni, che chiuderà con 15 punti. I toscano resistono fino al meno 4 a metà secondo quarto, poi Cento sale in cattedra e vola a più 20 dopo 2’ del terzo quarto, partita finita.

Presentazione delle semifinali playoff
Stasera gara due delle semifinali