Le altre

"LE ALTRE": Torna in vetta Omegna

Stefano Stefanini
17.12.2018

Molte sorprese nella 12à, cadono in casa Montecatini e Pavia, rischiano Vigevano e Sangiorgese

La sorpresa più grande è a Pavia dove i padroni di casa, nonostante il recupero di Di Bella e l’innesto di Torgano, perdono nettamente con Empoli 71 a 87, interrompendo una serie di 4 vittorie consecutive. Empoli riesce ad annullare Iannilli (2 punti 1 su 6), con i suoi lunghi, 15 punti per Sesoldi e 16 e 8 rimbalzi per Botteghi (nella foto), che realizza un notevole 4 su 5 da tre. Dalla distanza martella anche Giannini, 3 su 7 (11 punti), per un 50% di squadra (10 su 20). Su tutti il solito Giarelli, 20 punti, 9 rimbalzi e 5 assist. Avvio bruciante di Empoli che dopo 5’ è già con vantaggio in doppia cifra, tocca anche il più 27 e nei primi due quarti rifila un 52 a 29 calando una pietra tombale su Pavia. Per i pavesi Spatti fa lo Iannilli (20 punti) e Mascherpa prova da solo a resistere (24 e 5 assist). Empoli sempre più squadra da trasferta, 4 vittorie su 7 viaggi.

Altro colpaccio quello di Valsesia a Montecatini, 68 a 80 per i piemontesi in una partita che vede il ritorno in campo dei due centri titolari Giorgi e Gloria, entrambi autori di una buona prestazione al rientro. La giornata nera di Migliori, 12 punti ma con 4 su 16 dal campo, condanna Montecatini alla sconfitta, i bravi Bolis 14 punti e Moretti, sempre in doppia doppia con 14 e 10 rimbalzi e la guida di Meini (8 assist) non bastano ai toscani per resistere ad un Valsesia come sempre molto determinato. Valsesia che vede un Cernivani normale con 14 punti, ma si inventa Quartuccio (nella foto) bomber 17 punti con 5 su 8 da tre , conditi da 8 rimbalzi e altrettanti assist, si conferma in gran forma anche Dessì con 17 punti e una prova al tiro quasi perfetta (5 su 6 dal campo). Anche qui l’approccio alla gara decide la vittoria, 14 a 25 nel primo quarto e Valsesia che congela la gara, con vantaggi costantemente in doppia cifra, fino al più 17. Per Montecatini secondo stop di fila, Valsesia lo aggancia a quota 12, interrompendo la sua serie di sconfitte (3).

Rischia grosso la Sangiorgese che sorpassa solo nel finale Oleggio, battendolo 74 a 70. Sangio che così allunga sul gruppone a quota 12, collocandosi al sesto posto. Buon avvio per i padroni di casa che vanno sul più 8 nel primo quarto con Rota (nella foto), il migliore dei suoi con 17 punti nel match (3 su 6 da tre) e 5 assist, e le bombe di Scali e Parlato (12 con 4 su 9 da tre), ma Oleggio chiude subito lo strappo con Valentini e Parravicini. Nel secondo comandano i novaresi che trascinati da Hidalgo (20 punti e 4 assist nel match), chiudono sul più 8. Nel terzo il vantaggio degli ospiti tocca anche il più 16 e al fischio finale è di più 14, con Marusic e Pilotti (20 punti, 9 rimbalzi e 3 su 4 da tre) incontenibili. Nel quarto la Sangio riduce lo svantaggio, ma a 3’ dal termine Oleggio è ancora sul più 8, ma non segnerà più, tre palle perse, errori al tiro e parziale di 12 a 0 per i draghi di coach Quilici, con sorpasso a 21’’ dalla sirena. Per i padroni di casa buona prova di Colombo, 13 punti e 9 rimbalzi, per Oleggio quinto stop consecutivo.

Anche Vigevano soffre più del dovuto per battere 76 a 70 un Cecina ancora privo di Gigena. Rossoblu ospiti che continuano ad altalenare rendimenti altissimi e bassissimi nel corso degli incontri e che, nonostante l’assenza di Petrosino fra i padroni di casa, continuano a soffrire ai rimbalzi (29 a 42), concedendo 14 offensivi a Vigevano che pesano molto sulla vittoria dei lombardi. Cecina parte benissimo, dopo 6’ è sul più 12, con Biancani (15 punti nel match) e Spera (21) scatenati e già nel primo quarto tocca il più 17, chiudendo avanti di 14. Dopo 3’ del secondo il vantaggio ospite è di più 19, ma tre bombe di Ferri e i canestri di Birindelli (nella foto) dimezzano le distanze, si va al riposo sul 37 a 46. Birindelli, il migliore dei suoi con 19 punti (9 su 13 da due), 8 rimbalzi e 5 recuperi, Verri e una bomba di Panzini al minuto 24, danno la parità agli uomini di coach Piazza, Cecina segna pochissimo (11 nel quarto), ma resiste in parità all’ultimo riposo. Nel quarto finale si scatena Benzoni (17 punti e 3 su 6 da tre), insieme ancora a Birindelli, allunga fìno a più 11 a 4’ dalla sirena. Ma Cecina con Spera e Gaye torna più volte a meno 4, senza però concludere la rimonta. Ottava sconfitta consecutiva, nonostante l’inserimento del play Murolo.

Facile e prevedibile successo di Omegna a Siena, 52 a 78 con i piemontesi che riconquistano la vetta della classifica, approfittando della sconfitta di Firenze. Partita senza storia, per Siena segnano solo Olleia, 17 punti e Pucci 19. Per Omegna i migliori D’Alessandro con 17, Balanzoni 14 e Arrigoni con 13.

Alba ancora senza Terenzi e Antonietti deve sudare sette camice per battere 77 a 68 una rivitalizzata Domodossola. Domo che sconta un’assenza pesantissima, quella di Tommei, ma nonostante ciò se la gioca, anche conducendo a lungo il match (massimo vantaggio più 5), fino ad inizio ultimo quarto. Non basta ad Alba il nettissimo dominio sotto le plance (48 a 31) per schiacciare da subito gli ospiti, che con Zaharie su tutti, 20 punti per lui, si tiene a galla fino a fine terzo, chiuso sul 59 a 57. Ma Ielmini e le bombe di Dell’Agnello (21 punti, 14 rimbalzi e 4 assist) e Coltro si porta sul più 10 dopo 2’ del quarto, strappo che decide il match, Domo torna generosamente a meno 5 a metà parziale, ma non va oltre. Danna nelle fila albesi ruba la palma di top scorer a Dell’Agnello con 23 punti (9 su 12 da due), con anche 4 assist e 4 recuperi. Alba resta nelle zone nobili della classifica, sesta con 14 punti.

Il video della vittoria su San Miniato
Under 14 Femminile: GEA Basket Grosseto  vs  Pallacanestro Piombino  37 – 40